Tempo di lettura: 3 Minuti

Palazzo della Memoria: una tecnica per prendere 30! Da provare

Palazzo della Memoria: una tecnica per prendere 30! Da provare

Disperazione da esame: niente paura, la tecnica del Palazzo della Memoria potrebbe svoltarti la sessione. Leggi un po' qui sotto! Stress, stress, str

Ladri di computer. Ecco cosa accade nelle università Milanesi
I consigli di Renzo Piano ai giovani: i passi da seguire una carriera invidiabile come la sua
Bisnio, l’artista autodidatta ispirata da ciò che la circonda

Disperazione da esame: niente paura, la tecnica del Palazzo della Memoria potrebbe svoltarti la sessione. Leggi un po’ qui sotto!

Stress, stress, stress! Di questi esami non se ne può più, ma se ci fosse un modo per facilitare il tutto? Oggi vi spiego la tecnica del Palazzo della Memoria… Come si suol dire: tentar non nuoce!

Le tecniche mnemoniche esistono?

Devo ammettere di non essere mai stata una fan delle tecniche mnemoniche: ho sempre pensato che la buona volontà e l’olio di gomito fossero la soluzione migliore. Ma se ci si può semplificare la vita perché non provare? Alcuni la definiscono “la tecnica mnemonica più potente del mondo”, i coach della tecnica del Palazzo della Memoria assicurano 30 facili facili, addirittura dicono che in questo modo sia possibile ricordarsi più informazioni di un professore! Io questo non lo so, ma provare non costa nulla: ecco come si fa!

Il Palazzo della Memoria: una tecnica mnemonica infallibile (dicono..)

Come il nome lascia intendere il tutto si basa sulla costruzione di un palazzo. Niente paura, è tutto immaginario eh!

Step 1: Il progetto

Come ogni palazzo che si rispetti, anche quello della memoria ha bisogno di un buon progetto. Siccome non siamo tutti nati architetti, forse è meglio pensare a un palazzo che conosciamo già bene come spunto! Ovviamente ci si può immaginare anche qualcosa di più semplice, magari la piantina della propria casa.

Step 2: L’ordine

Avere un certo ordine in testa è fondamentale per uscire vittoriosi da un esame. Quindi, all’interno del tuo palazzo immaginario immagina un percorso da seguire, che sia quello. Io penso che inizierei dal portone d’ingresso per dirigermi piano piano verso l’ultimo piano.

Step 3: Arredamento

A questo punto non ci resta che posizionare i nostri mobili. Bisogna iniziare a posizionare i nuovi concetti in dei punti ben specifici. Significa associare una determinata nozione a un luogo del palazzo: la camera, il bagno, la cucina e così via. Sempre in ordine però, un palazzo ordinato è anche più carino 🙂

Step 4: Memorizzare

Per aiutare la memorizzazione una buona tecnica è utilizzare dei simboli. Per esempio se bisogna ricordarsi di Roma, si può associare al Colosseo. Si possono anche utilizzare anche delle immagini o delle frasi simpatiche, insomma ogni trucchetto può aiutare.

Step 5: Ripercorrere il palazzo

Ora che tutto ha un senso e il palazzo è ordinato e soprattutto arredato di concetti, ciò che resta da fare è ripercorrere il percorso e rivedere quanto è stato memorizzato!

A me non resta che augurarvi in bocca al lupo per il prossimo esame, sperando che questa tecnica possa essere d’aiuto!

#FacceCaso

Di Chiara Zane

COMMENTS

WORDPRESS: 0
DISQUS: 0