Tempo di lettura: 2 Minuti

I divieti più assurdi nelle scuole del mondo

I divieti più assurdi nelle scuole del mondo

Abbiamo raccolto per voi una serie di divieti tra i più assurdi nei vari istituti in giro per il mondo. E, su alcuni, c’è da ridere. Quali sono i div

Arriva Facebook Jobs
App: Google e Apple comandano sempre di più
“Generazione Boomerang”: Mantova investe sui giovani


Abbiamo raccolto per voi una serie di divieti tra i più assurdi nei vari istituti in giro per il mondo. E, su alcuni, c’è da ridere.

Quali sono i divieti più assurdi nelle scuole italiane? Vietato fumare? Pantaloni lunghi pure l’estate? Niente pomiciate nei corridoi?

Abbiamo raccolto per voi una serie di divieti tra i più assurdi nei vari istituti in giro per il mondo. E c’è da ridere.

1) Parole vietate: in alcune scuole nello stato di New York non è permesso dire alcune parole. Questo perché è considerato offensivo nei confronti di alcune minoranze citare, ad esempio, un “Dinosauro”. I creazionisti, coloro che credono che Dio abbia magicamente inventato tutto in 7 giorni, potrebbero offendersi. In alcune non si può dire “Compleanno”: i testimoni di Geova non lo festeggiano. Forse potreste invitare i vostri amici al vostro “Giorno di nascita”, però.

2) Non ci si può tenere per mano, né abbracciarsi. Va beh, su questo siamo dei professionisti. Si limona nascosti dietro gli angoli o nei bagni!

3) No alla musica rock. In alcune scuole è vietata perché i presidi ritengono distolga dallo studio. Per fortuna la Trap, il Rap, il Jazz e la Musica classica non lo fanno. Fiuuu….

4) Nessun miglior amico. In una scuola inglese i professori hanno vietato amicizie esclusive. Solo amici in gruppo, niente BF. (Forse il preside da piccolo era evitato da tutti, boh).

5) Per una volta, un divieto per i prof: niente penna rossa! In alcuni istituti europei la penna rossa è considerata troppo aggressiva e sminuisce gli studenti. Gli errori si fanno notare, ma non si sottolineano. Chissà cosa avrebbero detto i detrattori della penna rossa se si fossero trovati in una scuola vecchio stampo: nessuna penna rossa, solo vergate!

Insomma, questi sono i divieti più assurdi che abbiamo trovato in giro per il mondo: e voi, che divieti avete nella vostra scuola?

#FacceCaso

Di Giulio Rinaldi

COMMENTS

WORDPRESS: 8
  • comment-avatar
    Bruno Bargiacchi 1 anno

    Al punto uno di questo articolato si legge”In alcune (scuole) non si può dire “Compleanno”: i testimoni di Geova non lo festeggiano.

    Ma da dove prendete le notizie? Io penso che l’assurdo in questo breve articolato sta proprio in frasi come questa. E’ vero che i Testimoni di Geova non festeggiano i compleanni, atteggiamento che si può anche criticare, ma dire che non si possano neppure NOMINARE è la cosa più sciocca che mi sono sentito dire nei 47 anni che sono Testimone. E vi assicuro che ne ho sentite di ogni, anche perchè “ce le andiamo a cercare” visto l’opera che svogliamo pubblicamente e di casa in casa. Non c’è niente di più facile che sfatare questa sciocchezza. A seguire 2 link per andare nel nostro sito e vedere quante centinaia di volte è riportata nelle nostre pubblicazioni la parola “compleanno”. Ora a meno che uno non pensi cghe ogni volta che la scriviamo ci dobbiamo astenere dal leggere quella parola, capite quanto sia assurda l’affermazione che ho riportato all’inizio.

    https://www.jw.org/it/cerca/?q=compleanno
    https://wol.jw.org/it/wol/tl/r6/lp-i?q=compleanno

    Comunque per chi fosse interessato a sapere perchè non festeggiamo i compleanni, ecco

    https://www.jw.org/it/testimoni-di-geova/domande-frequenti/compleanni/#?insight%5Bsearch_id%5D=316c77a3-ec6a-4f3a-ba4d-e8925c1d7cd3&insight%5Bsearch_result_index%5D=0

    Ci vuole un minuto per leggerlo e se a uno gli fa fatica leggere può semplicemente ASCOLTARE una voce che lo legge, parola per parola e….pensate un pò, legge anche la parola COMPLEANNO( i) e chi legge è Un Testimone di Geova. Grazie per l’attenzione. Bruno Bargiaccha Arezzo.

    • comment-avatar

      Buonasera, le rispondo in merito al suo commento ringraziandola, innanzitutto, per averci scritto. Nell’articolo da lei menzionato non si dice che i compleanni non possono essere “nominati”. C’è semplicemente scritto che in alcune scuole vi è la richiesta di evitare di nominarli, da parte di tutti non dei soli Testimoni di Geova, per rispetto degli stessi Testimoni. Un semplice accorgimento per rispettare tutte le professioni religiose, ipotizzo, in tali istituti.
      Buona giornata
      Giulio Rinaldi

  • comment-avatar
    Bruno Bargiacchi 1 anno

    Ok, vuol dire che ho sostenuto l’assurdità di quella dichiarazione motivandola. Dimostrando così il PERCHE’ quella dichiarazione è assurda .Indipendentemente da chi la fa. Grazie a lei.

  • comment-avatar
    Piko 1 anno

    Tra i divieti assurdi,parlando ancora di testimoni di geova,aggiungerei quello che proibisce l’adepto di mangiare in compagnia di un ex tdg in gita scolastica o situazioni simili. I testimoni di geova hanno come regola quella di ostracizzare gli ex anche negando un semplice saluto.

  • comment-avatar
  • comment-avatar
    Piko 1 anno

    http://www.infotdgeova.it/sanzioni/disas.php una serie di documentazione di quello che ho affermato

  • comment-avatar
    BRUNO Bargiacchi 1 anno

    Molto bene, così i lettori hanno molto materiale da leggere (se vogliono) dopo di che ogni uno deciderà come vuole. Io confido nell’intelligenza altrui che sa tener conto DI TUTTI I FATTORI.

  • comment-avatar
    Piko 1 anno

    Condivido pienamente. Spero solo che dedichino un Po del loro tempo per leggere ed informarsi 🙂

  • DISQUS: 0