Tempo di lettura: 1 Minuti

Climate Art Project: l’arte per l’ambiente

Climate Art Project: l’arte per l’ambiente

Il Climate Art Project arriva a New Dehli con un murale di 300 metri fatto interamente di smog. Immagina di vivere nella città più inquinata del mond

Quanto ha preso Greta in pagella?
Controcorrente, il progetto per salvare le nostre acque. L’intervista di FacceCaso!
Greta Thunberg lascia la scuola per un anno: deve pensare al clima!

Il Climate Art Project arriva a New Dehli con un murale di 300 metri fatto interamente di smog.

Immagina di vivere nella città più inquinata del mondo, New Dehli, in India. Immagina di dover avere a che fare tutto il giorno con una quantità di smog e inquinamento che effettivamente cambia la tua vita di tutti i giorni. Immagina, poi, di svegliarti una mattina e vedere un murale che si estende per almeno 300 metri, fatto proprio con quell’inquinamento con cui fai i conti tutti i giorni. È proprio quello che è successo, grazie al Climate Art Project.

Parliamo di un progetto che sta coinvolgendo tutto il mondo, dal Portogallo alla Biennale di Venezia e che utilizza l’inquinamento per creare opere d’arte. Come? Utilizzando lo smog per creare l’inchiostro.

Sai chi è l’ideatore di tutto questo? Si chiama Andreco ed è italiano. Non è solo un’artista, ma è un dottore di ricerca in Ingegneria Ambientale ed è di Roma. Ha ideato questo progetto per sensibilizzare le persone alle materie del Climate change attraverso l’arte.

Non fa solo pitture, ma scolpisce e costruisce installazioni che fanno il giro del mondo. L’ultima opera è appunto quella di New Dehli, nel quartiere di Lodhi Colony e rappresenta la transizione da un mondo inquinato a un mondo più pulito.

I gas delle auto e delle fabbriche vengono trasformati in aria pulita attraverso un grande albero. Si concentra quindi sulle soluzioni Nature based per combattere l’inquinamento. La notizia della nuova opera ha fatto il giro del mondo e si aggiunge alla lunga lista di lavori dell’artista italiano.

Un orgoglio nazionale, insomma, di cui davvero pochi conoscono il lavoro di tutti i giorni. Studente e dottore di ricerca da una parte e artista dall’altro. Questa è la quinta tappa, vedremo quando arriverà la sesta.

(Pssss, se ti interessa sapere qualcosa di più sul Climate Change leggi qui.)

#FacceCaso

Di Benedetta Erasmo

COMMENTS

WORDPRESS: 0
DISQUS: 0