Tempo di lettura: 3 Minuti

Bussetti: tutto ciò che devi sapere su maturità, numero chiuso e precariato

Bussetti: tutto ciò che devi sapere su maturità, numero chiuso e precariato

Il Minstro Marco Bussetti ha partecipato ad un videoforum organizzato da RepubblicaTv. Maturità, precariato, riforma dell'università tra i temi toccat

Progetto SUN: il cyberbullismo affrontato e combattuto dai giovani
Ritorna il Wave Food Festival!
Studenti in Polonia, ricordo della Shoah!

Il Minstro Marco Bussetti ha partecipato ad un videoforum organizzato da RepubblicaTv. Maturità, precariato, riforma dell’università tra i temi toccati.

Il Ministro dell’istruzione Marco Bussetti ha partecipato ad un videoforum organizzato da RepubblicaTv. Ha risposto in diretta alle domande poste dagli ascoltatori. Tra i temi toccati da titolare del Miur, particolare attenzione è stata posta sulle novità riguardanti l’esame di maturità. Molte sono state le richieste sui prossimi concorsi per l’assunzione di nuovi insegnati, sulla stabilizzazione dei precari e sul superamento del numero chiuso all’università.

La nuova maturità di Bussetti

Capisco che la doppia materia (latino-greco, matematica-fisica) in seconda prova preoccupi i diplomandi. Dobbiamo però insistere nel comunicare meglio. In tal senso, nessun ministro prima si era mai preoccupato di fare simulazioni dell’esame. Per esempio, sia chiaro che la traduzione sarà di latino, l’analisi di greco. All’orale, poi, nelle buste non ci saranno domande, ma spunti da cui partire per iniziare il colloquio interdisciplinare. In questo modo si garantirà maggiore trasparenza ed equità da parte della commissione. Nella prima prova abbiamo deciso di togliere il tema di storia perché veniva fatto da percentuali bassissime. Questo ha generato polemiche, ma lo studio della storia rimane strettamente necessario. Servirà sempre una base su cui contestualizzare il presente. L’approfondimento sulla storia, soprattutto recente, sarà favorito proprio con queste prove che richiederanno una conoscenza storica generale. Lo si è già visto nelle simulazioni recentemente fatte

 

Il numero chiuso all’università

“In Italia stiamo già avendo una carenza di medici: c’è necessità di reclutarne di più, è evidente. Per questo dal prossimo anno i posti nelle facoltà di medicina saranno aumentati del 20%. Ma devono crescere anche le borse di specializzazione per arrivare ad allineare i numeri di laureati rispetto alle borse richieste. Vorremmo eliminare del tutto il numero chiuso ma ci sono dei limiti strutturali e organizzativi dell’università

 

Nuovi concorsi per la scuola

A breve uscirà il bando per la scuola dell’infanzia e la primaria da 16mila posti. Entro l’estate arriverà il bando per le superiori e medie. In autunno inizieranno i concorsi veri e propri per portare decine di migliaia di docenti in cattedra a partire da settembre 2020. Inoltre la stabilizzazione dei docenti precari attraverso i concorsi ci sta molto a cuore e saranno previsti per loro delle quote di posti riservati. Sulle presunte irregolarità in alcune procedure non saprei come commentare. Non si deve chiedere al ministro sulla correttezza di alcuni concorsi: se si hanno dubbi si deve denunciare

 

Crocefisso in aula e educazione civica

Che fastidio può mai dare un crocifisso? E’ cultura, è storia, fa parte della nostra identità. Contiamo persino gli anni a partire dalla nascita di Cristo. Chiedo che rimanga al suo posto, se a qualcuno dà fastidio lo può dire, ma non vedo perchè ci si debba sentire offesi. La nostra scuola italiana è inclusiva al massimo, possiamo vantarci di questo. I nostri docenti hanno un’attenzione e una sensibilità enorme su questi temi

In aprile sarà calendarizzata la discussione per l’introduzione dell’educazione civica, vediamo cosa uscirà. Non sarà un’ora in più, sarà fatta all’interno delle ore curriculari e il consiglio di classe deciderà quali temi approfondire

 

Stipendi degli insegnati e presidi

È mia intenzione lavorare sulla parte retributiva. Intanto rischiavano di perdere soldi a causa del vecchio contratto che scadeva a dicembre senza alcuna garanzia. Io ho provveduto al rinnovo mantenendo più o meno lo stesso livello. Il problema del blocco salariale è vero, ma non siamo stati noi ad aver fatto tagli negli ultimi anni. Entro il 2019 spero di chiudere il nuovo contratto. Vogliamo reclutare nuovo personale amministrativo, mettere a posto i dirigenti scolastici: vedrete che a settembre non ci saranno più le doppie reggenze

#FacceCaso

Di Tommaso Fefè

COMMENTS

WORDPRESS: 0
DISQUS: 0