Tempo di lettura: 3 Minuti

Bonus giovani genitori, nuova idea del Ministero del lavoro

Bonus giovani genitori, nuova idea del Ministero del lavoro

Cos’è, a chi spetta, domanda, importo di questa agevolazione super social. Insomma, tutto ciò che bisogna sapere sul Bonus Giovani genitori pensato da

Sapienza: cos’è il bonus famiglia?
Ma sti bonus scolastici arrivano o no?
Una crociera in palio per gli iscritti in un istituto tecnico di Bari

Cos’è, a chi spetta, domanda, importo di questa agevolazione super social. Insomma, tutto ciò che bisogna sapere sul Bonus Giovani genitori pensato dal Ministero del lavoro.

Il Ministero del lavoro, in questi giorni, sta diffondendo e pubblicizzando sui suoi canali social il nuovo Bonus Giovani genitori 2019, che è un conguaglio contributivo di 5.000 euro previsto per ciascuna assunzione o trasformazione effettuata, nel limite massimo di 5 assunzioni/trasformazioni, per ogni datore di lavoro.

Questa misura ha la pretesa di incentivare le assunzioni dei giovani genitori fino a 35 anni di età e precari. È anche conosciuto, appunto, come Bonus assunzione precari con figli minori. Sono agevolazioni pensate per le assunzioni e la lotta alla precarietà. Da un lato ne beneficiano i genitori e dall’altro i datori di lavoro. Punto fondamentale è che le giovani coppie non riceveranno soldi diretti, ma sarà un bonus contributivo per l’assunzione.

Infatti, il bonus riconosce ai giovani genitori disoccupati una dote trasferibile ai datori di lavoro che li assumono alle proprie dipendenze con contratto a tempo indeterminato, anche a tempo parziale. Condizioni essenziali sono l’essere genitori di figli minori o affidatari di minori che abbiano effettuato l’iscrizione presso la banca dati dell’Inps.

Per poter beneficiare di questa agevolazione, le aziende devono poter offrire ai giovani precari sotto i 35 anni con figli minori almeno due tipologie di contratto:

  1. assunzione con contratto a tempo indeterminato, anche parziale
  2. trasformazione del contratto a tempo indeterminato, anche parziale.

Il bonus può ottenersi per un massimo di 5 lavoratori assunti in azienda. Per avere questo conguaglio contributivo, le giovani coppie devono iscriversi alla “Banca dati per l’occupazione dei giovani genitori Inps”, accedendo direttamente al modulo di iscrizione tramite il sito dell’INPS. I datori di lavoro che intendono assumere i giovani iscritti nella “Banca dati” devono compilare l’istanza online tramite il modulo disponibile presso il Cassetto previdenziale delle Aziende del sito Inps.

Inoltre, non dimentichiamo che le aziende devono anche essere in regola con il Durc, che è il documento unico per la regolarità contributiva e previdenziale.

#FacceCaso

Di Licia Oleandro

COMMENTS

WORDPRESS: 0
DISQUS: 0