Tempo di lettura: 3 Minuti

Laurea dell’Università Cattolica valida anche in USA

Laurea dell’Università Cattolica valida anche in USA

Novità all’orizzonte per la facoltà di medicina della prestigiosa università Cattolica: il titolo di studio sarà valido anche negli States. C'è aria d

Un caso di lauree false dalla Spagna
Immatricolazione a Medicina senza test d’ingresso? La “scorciatoia” c’è…
Domenica da Serie TV e Film del Caso: il nostro BestOf #42

Novità all’orizzonte per la facoltà di medicina della prestigiosa università Cattolica: il titolo di studio sarà valido anche negli States. C’è aria di svolta giovany!

Il nuovo obiettivo del rettore dell’Università Cattolica, Franco Anelli, è quello di far valere la laurea in medicina anche negli Usa. Per iniziare, ha già incontrato negli Stati Uniti la comunità dei laureti nel suo Ateneo.

In prospettiva non c’è solo la visione di costruire, fuori dall’Italia, una comunità di laureati della Cattolica che aiuti gli studenti italiani ad integrarsi, ma anche quella di aggiornare i programmi di ricerca in base alle esigenze di mercato. Il primo corso di medicina n sinergia con gli Stati Uniti, con scambio di studenti e docenti, facendo tre anni di corso in Italia e tre in Usa, è una vera e propria novità in Italia.

Con queste intenzioni si è svolto, infatti, a New York, l’incontro tra il professor Anelli e oltre novanta ex alunni dell’ateneo tra medici, avvocati, economisti ed esperti di marketing, che vivono nella Grande Mela. C’è la volontà di stringere convenzioni con le università americane e dare agli studenti la possibilità di sviluppare le loro attività in America, oltre che in Europa e in altre parti del mondo.

Oltre a New York, questa missione è stata portata anche a Boston, Philadelphia e Washington, dove la Cattolica ha stabilito contatti con i suoi ex alunni laureati e con le università americane, per creare sinergie fra studenti e docenti. Il tutto anche in vista dei festeggiamenti dei 100 anni di vita dell’università nata a Milano nel 1921 e con sedi anche a Cremona, Piacenza, Brescia e Roma ed è la più grande università cattolica d’Europa, contando 41.439 studenti iscritti nel 2018, 1327 docenti, 93 corsi di laurea e 123 master universitari.

I costi di questo progetto di sinergia si aggirano attorno ai 50 mila dollari l’anno, ma si sta studiando per mettere a disposizione degli studenti anche borse di studio per aiutarli. Rapporti si creeranno anche, nel settore della finanza e della banca, con la Fordham University, mentre è appena nata una collaborazione con il Boston College. C’è una grande vocazione internazionale nella Cattolica. L’evento americano è stato preceduto da quelli organizzati a Shangai, Pechino, Bruxelles, Londra, dove già gli ex studenti della Cattolica si stanno muovendo in modo autonomo organizzando incontri e assistendo studenti e neo laureati.

#FacceCaso

Di Licia Oleandro

COMMENTS

WORDPRESS: 0
DISQUS: 0