Tempo di lettura: 3 Minuti

A scuola con…Danilo Gallinari

A scuola con…Danilo Gallinari

Che scuola hanno frequentato i campioni italiani? Ve lo diciamo noi in questa nuovissima rubrica. È il momento del Gallo Danilo Gallinari. Vi siete m

Il basket è…lo sport più bello del mondo
LeBron James apre la sua scuola: ecco la “I Promise School”
Il nuovo Facebook Messenger, ossia amor di basket!

Che scuola hanno frequentato i campioni italiani? Ve lo diciamo noi in questa nuovissima rubrica. È il momento del Gallo Danilo Gallinari.

Vi siete mai chiesti quale scuola avessero frequentato da adolescenti campioni del calibro di Buffon, Chiellini o Verratti? Noi sì. E per risponderci (o meglio, per rispondervi) abbiamo ideato una nuova rubrica nella quale ogni settimana ripercorreremo la carriera scolastica di uno sportivo.

Dopo aver ripercorso le peripezie scolastiche di Federica Pellegrini, oggi ci concentreremo su uno degli sportivi italiani più conosciuti al mondo, l’uomo che guiderà la Nazionale maschile di basket nel prossimo Mondiale che scatterà in Cina a settembre: Danilo Gallinari.

Figlio d’arte (suo papà Vittorio ha giocato per diversi anni nel massimo campionato di pallacanestro italiano), Danilo è nato a Sant’Angelo Lodigiano, in provincia di Lodi, l’8/8/88 (indovinate qual è il suo numero di maglia) e dopo una prima esperienza nelle giovanili del Basket Lodi viene tesserato da Milano3 e decide perciò di trasferirsi nella metropoli lombarda.

All’ombra del Duomo il Gallo comincia anche a frequentare le scuole superiori. All’età di 17 anni, però, riceve la chiamata della Pallacanestro Pavia (squadra che allora militava nel campionato di Legadue) e per non rimanere indietro con lo studio si iscrive al Liceo Scientifico “N. Copernico”.

Torna a Milano nel 2006, pronto a debuttare in Serie A con la canotta della sua squadra del cuore, l’Olimpia Milano. Gli allenamenti sono sempre più impegnativi ma Gallinari non molla e consegue il diploma nel 2007, all’Istituto Studium, con il punteggio di 70/100.

Sebbene la sua carriera fosse ormai lanciata, poi, il Gallo scelse di proseguire gli studi iscrivendosi all’Università Cattolica del Sacro Cuore. Ad oggi la laurea non è ancora arrivata ma chissà che dopo il ritiro Danilo non decida di togliere le mani dalla palla da basket per rimetterle sui libri. D’altronde lui dice di aver un bel ricordo della maturità, sarà perché le sfide in fondo gli son sempre piaciute.

#FacceCaso

Di Gabriele Scaglione

COMMENTS

WORDPRESS: 0
DISQUS: 0