Tempo di lettura: 3 Minuti

Europee: cosa hanno votato i giovany?

Europee: cosa hanno votato i giovany?

Alle elezioni europee, l'Italia si è comportata diversamente rispetto al resto d'Europa. Qual è stato il ruolo dei giovani? Le elezioni europee sono

Medio Oriente? Pisa organizza la prima edizione dell’International Workshop PhD Students “SeSaMo”
Scuola: le vacanze di primavera
Professori: arriva il divieto delle chat con gli studenti

Alle elezioni europee, l’Italia si è comportata diversamente rispetto al resto d’Europa. Qual è stato il ruolo dei giovani?

Le elezioni europee sono finite, abbiamo letto abbastanza su vincitori e vinti e spero che anche tu sia andato a votare, perchè è fondamentale. Ma cos’è successo dal punto di vista degli elettori più giovani?

L’ondata di proteste per il cambiamento climatico non è rimasta solo un motivo per scioperare il venerdì, anzi. I verdi, presenti un po’ in tutti i paesi dell’Unione Europea, hanno registrato un vero e proprio boom.  In Germania, per esempio, Die Grüne è stato per la prima volta il secondo partito più votato in generale e il primo partito tra i giovani nella fascia tra i 18 e i 29 anni.

Lo stesso succede in Francia, dove Europe Ecologie – Le Verts, è stato il più votato nella fascia d’età tra i 18 e i 24 anni, contrastando il risultato generale che ha visto come primo partito quello populista della Le Pen.

L’Italia si fa riconoscere in negativo. L’affluenza dei giovani è la più bassa d’Europa, in netto contrasto con la media del continente. La media degli elettori, infatti, è aumentata di circa 18 punti percentuali rispetto alle scorse elezioni del 2014.

I giovani, in generale, tendono a votare i partiti nuovi e si discostano dalla politica tradizionale. I voti dei ragazzi, infatti, non sono andati solo ai Verdi, ma anche al Partito Pirata che in Repubblica Ceca è arrivato al 14%. Il record di candidato più giovane, nel nostro paese, va a Cristina Diana Bargu proprio di questo nuovo partito, che ha nei punti più forti del suo programma privacy e libertà d’informazione.

Se da una parte i Verdi hanno ottenuto un record d’età, dall’altra hanno fatto un salto in avanti tra i ragazzi i partiti nazionalisti, come Vox in Spagna o Jobbik in Ungheria.

#FacceCaso

Di Benedetta Erasmo

COMMENTS

WORDPRESS: 0
DISQUS: 0