Tempo di lettura: 2 Minuti

Sport d’estate: i consigli per tenersi in forma

Sport d’estate: i consigli per tenersi in forma

Sport e attività fisica durante l'estate per tenersi in allenamento: ecco i consigli di una specialista per allenarsi bene e tenersi in forma. Estate

Agosto ti rattrista? È normale, è l’August blues
Borsa di studio Laziodisco: come ottenerla?
Agosto in classe come in America, parte la sperimentazione in due istituti

Sport e attività fisica durante l’estate per tenersi in allenamento: ecco i consigli di una specialista per allenarsi bene e tenersi in forma.

Estate uguale vacanze. E in vacanza, si sa, a nessuno va di faticare. Lavoro, stress, scuola, studio devono essere messi da parte per far spazio al riposo e al relax. Non per tutti, però, ciò si traduce nella riduzione allo stato vegetativo. Molti preferiscono liberare la mente praticando sport. C’è chi approfitta dei minori impegni per dedicarsi di più a fitness e cura del corpo. Oppure c’è chi per tutto l’anno si è allenato duramente e quindi non vuole perdere la forma fisica con due mesi di totale inattività. Insomma, qualsiasi sia il motivo, sono tante le persone che, paradossalmente, proprio nella fatica trovano la via di godersi al meglio lo svago estivo.

Come in tutte le cose, c’è modo e maniera di affrontarle. L’eccessivo sforzo fisico sommato al gran caldo può diventare molto dannoso. È bene quindi seguire i consigli degli esperti, per un corretto allenamento estivo.

Elena Colabianchi (in foto), giovane dottoressa in scienze motorie e specializzanda in scienze dell’alimentazione, ha risposto ad alcune domande per dare qualche consiglio ai giovani e ai ragazzi (ma anche ai più grandi)che vorranno dedicarsi all’attività sportiva nei prossimi mesi.

Che tipo di attività consiglieresti a chi vuole mantenersi in forma durante l’estate?

“Può essere difficile allenarsi durante l’estate. Spesso le palestre sono chiuse e non tutti hanno gli attrezzi a casa. Una buona alternativa può essere l’allenamento a corpo libero. La durata e l’intensità variano da persona a persona. Il consiglio che posso dare per tutti, per ottenere risultati, è di essere costanti. Chi è più allenato può puntare ad aumentare il numero delle ripetizioni per ogni esercizio, oppure diminuire gli intervalli di tempo tra un esercizio e l’altro. Alcuni buoni esercizi di base per un allenamento intenso e completo possono essere gli squat-jump (piegamento sulle gambe in accosciata e salto) o i burpees (un esercizio in sequenza con un piegamento sulle braccia, la raccolta delle gambe al petto e un salto esplosivo). Magari ci si aggiunge anche un’oretta di corsa ad un buon ritmo. Se poi si ha la possibilità in un parco o in campagna si possono usare attrezzi improvvisati. Utilizzare rami per appendere delle corde o per fare trazioni, ad esempio. Oppure saltare siepi e staccionate. L’importante è stare attenti a non farsi male! A casa, altrimenti, si possono utilizzare sedie e sgabelli per fare i piegamenti”.

Considerando il caldo, quando è meglio fare sport: la mattina presto o la sera al tramonto?.

“Secondo me è meglio la sera. Non tanto per un aspetto tecnico o biologico, quanto per venire meglio incontro ai ritmi dell’estate. Ognuno può regolarsi come vuole, ma è più difficile pensare di doversi svegliare alle 7 ad agosto per andare a correre. Piuttosto, meglio godersi per bene tutta la giornata e poi, prima di cena, dedicarsi all’allenamento. Specialmente se poi uno la sera prima si è anche andato a divertire e ha fatto tardi. Per me l’orario ideale è verso le 7, massimo le 8″.

Per chi invece non è particolarmente allenato, ma vuole comunque fare un po’ di sana attività, cosa può essere più efficace?

Dipende dalle zone in cui si sta passando l’estate. Passeggiate, escursioni, giri in bicicletta, sono attività alla portata di tutti. Anzi, se non si è abituati ad allenarsi, sono proprio queste le attività più utili per rendere più leggero lo sforzo fisico. Specie se fatte in compagnia.

I “giochi da mare” e le attività ludiche possono essere considerate sport estivo?

Se si pratica intensamente, ad esempio, il nuoto in mare, sì. Ma farsi qualche bracciata o giocare la partitella a racchettoni o a beach volley una volta ogni tanto, no. È certamente divertente farlo, e male non fa, ma non sono attività allenanti. Il sudore è dato più dal caldo che non dallo stress muscolare. Si perdono solo liquidi e non si bruciano molte calorie.

Quali consigli puoi dare dal punto di vista alimentare per una corretta dieta da abbinare agli allenamenti?

In generale l’estate bisognerebbe evitare cibi troppo grassi e ipercalorici. Questo è banale dirlo, ma è bene ripeterlo. Per sostenere i ritmi di allenamento in estate i consiglio pasti piccoli, magari distribuiti nel corso della giornata. Si possono integrare i liquidi con delle centrifughe di frutta e verdura. Per le proteine, se la carne può risultare pesante da digerire con il caldo, si può sostituire con più pesce, specie a pranzo. Va più che bene una semplice insalta col tonno, ma è bene anche variare.

 

#FacceCaso

Di Tommaso Fefè

COMMENTS

WORDPRESS: 0
DISQUS: 0