Tempo di lettura: 3 Minuti

Giovani migliori: come fare per tenerli in Italia

Giovani migliori: come fare per tenerli in Italia

Nel discorso di chiusura del mandato di Governo, Conte ha focalizzato l'attenzione su come tenere i giovani migliori in Italia. Eh sì, siamo ancora q

Magistro: l’app per diventare video editor
La fine di una relazione ai tempi dei social
HiBye : l’app che combatte il bullismo

Nel discorso di chiusura del mandato di Governo, Conte ha focalizzato l’attenzione su come tenere i giovani migliori in Italia.

Eh sì, siamo ancora qui a parlare di cervelli in fuga. Perché è vero che in Italia arrivano molte persone, ma altrettanti giovani lasciano la nostra terra per opportunità ben più vantaggiose di quelle che si trovano qui. Allora come fare per tenere “a casa” i giovani migliori?

Ne ha parlato il vecchio (neo, quasi) Presidente del Consiglio Giuseppe Conte nel discorso delle sue dimissioni. Ha parlato di quanto sia importante fare politica per davvero, concentrandosi non tanto su quelli che arrivano e creando il panico (frecciatina?) ma su quelli che vanno via.

Non si parte più con le valigie di cartone, si parte con tutto lo strumentario tecnologico possibile e immaginabile. Con due lauree e un master magari nelle migliori università del paese e con una cultura accademica a volte molto più alta rispetto ai coetanei stranieri. Però si parte. Si va dal Sud al Nord e si combatte per l’affitto, si va da tutto lo stivale all’estero, dove si combatte per un lavoro che rispecchi i nostri sogni.

Nell’ultimo decennio i ragazzi che hanno cambiato residenza dall’Italia all’estero sono aumentati da 62.000 a 160.000. Mentre quelli che dal Sud sono andati al Nord sono poco meno di 500.000, l’80% di loro ha un livello d’istruzione medio-alto.

E allora Conte ha ragione nel dire che bisogna lavorare per l’Italia che scappa e che non rimane nella propria terra. Bisogna creare opportunità che sappiano valorizzare i giovani migliori, a Milano (che è l’unica città che si ingrandisce sempre di più) a Napoli, da Palermo a Torino.

Fin’ora le promesse sono state tante, ma di quelle mantenute ne vediamo davvero poche. Anche perché, più gente giovane va via, meno cresce il paese e ogni singola persona che occupa un posto in Parlamento dovrebbe ricordarselo.

#FacceCaso

Di Benedetta Erasmo

COMMENTS

WORDPRESS: 0
DISQUS: 0