Tempo di lettura: 2 Minuti

Ansia social e sparatutto-pure-troppo, è il TG USA…2.0

Ansia social e sparatutto-pure-troppo, è il TG USA…2.0

In questa prima edizione del TG USA 2.0 ci concentriamo sull'ansia da social network e su una curiosa influenza dei videogiochi sparatutto... Era and

Sottocultura
“South By Southwest”, elogio alla creatività e all’indipendenza
Germania VS inquinamento: 1-0

In questa prima edizione del TG USA 2.0 ci concentriamo sull’ansia da social network e su una curiosa influenza dei videogiochi sparatutto…

Era andato in ferie qualche mese fa facendo piangere moltissimi lettori di FacceCaso; adesso, però, è tornato nella sua versione 2.0, pronto a scuotere i vostri giovedì con le sue bombe e con qualche novità. E’ il TG USA ladies and gentlemen, siete carichi? E allora daje; anzi, C’MON!

😇California: mare sole e…pillole gratis

La svolta arriva in seguito ad un provvedimento recentemente approvato nello stato americano, che obbliga le università pubbliche californiane ad offrire ai propri studenti la pillola per l’interruzione di gravidanza. La legge, che interesserà oltre 750.000 ragazzi per un totale di 34 campus, costituisce la vittoria del movimento studentesco dell’Università di Berkeley che ne aveva chiesto a gran voce l’approvazione.

Curiosità della settimana: Con i suoi oltre 15 milioni di volumi, la Harvard Library è la biblioteca universitaria più grande al mondo e al suo interno è presente anche un libro rilegato in pelle umana.

😰Ansia da social

Se passate più di 3 ore al giorno su Facebook, Instagram o qualunque social network esistente allora dovreste cominciare a preoccuparvi. E’ il responso di uno studio condotto da un team di ricercatori della Johns Hopkins University di Baltimora su oltre 6.000 adolescenti, che ha evidenziato come chi trascorre tanto tempo sui social media sia più incline a sviluppare problemi di natura mentale quali ansia e depressione.

Si è laureato a…Yale. Stiamo parlando del protagonista della serie X-Files David Duchovny, che ha ottenuto la laurea in letteratura inglese presso l’ateneo di New Haven.

😒Dagli sparatutto alle sparatorie il passo è breve

Secondo l’Università di Villanova sono in molti a pensarla così. Un’analisi condotta dall’ateneo della Pennsylvania su oltre 200.000 articoli di giornale relativi a casi di sparatorie di massa avvenuti negli ultimi 40 anni ha infatti evidenziato che i videogiochi con contenuti violenti sono spesso presentati come la causa principale dei massacri. E ciò avviene soprattutto quando l’omicida è caucasico.

Per questa settimana è tutto cari lettori. Il TG USA 2.0 vi saluta, vi ringrazia, vi augura una buona serata e come sempre vi invita to be careful; insomma, a FacceCaso.

#FacceCaso

Di Gabriele Scaglione

COMMENTS

WORDPRESS: 0
DISQUS: 0