Tempo di lettura: 3 Minuti

Andrea Zilli, prof di ruolo under 30 che ha creduto nei suoi sogni

Andrea Zilli, prof di ruolo under 30 che ha creduto nei suoi sogni

Andrea Zilli ha 29 anni ed è professore di scuola secondaria con l'abilitazione per insegnare ben 6 discipline diverse. Ecco la sua storia. Quando an

“Sei ciò che mangi”, o meglio il nuovo motto di una bizzarra mensa scolastica
Aggressione alla scuola Guido Galli ai danni della Preside
Cresci bene che ritorno

Andrea Zilli ha 29 anni ed è professore di scuola secondaria con l’abilitazione per insegnare ben 6 discipline diverse. Ecco la sua storia.

Quando andavate a scuola (se ci andate ancora, beati voi) quanti anni aveva l’insegnante più giovane? 50? 40? forse qualcuno ha avuto un 35enne alla prima esperienza dietro una cattedra? Beh, in Friuli ce ne è che batte ogni record. Almeno per gli standard italiani. Si chiama Andrea Zilli, ha 29 anni ed è un professore di ruolo abilitato per le scuole secondarie (le c.d. “superiori”) in ben 6 discipline diverse.

Un baby prodigio del sistema di istruzione italiano. Ha raccontato la sua storia a skuola.net e dall’intervista è emersa tutta la sua passione, nata quando ancora andava a scuola.

Il primo tirocinio lo ha svolto ancora minorenne, a 17 anni, per l’insegnamento della “lingua friulana”. La regione Friuli Venezia Giulia, infatti, godendo di uno statuto speciale, tutela le minoranze linguistiche (non semplici dialetti) peculiari del suo territorio ponendole anche come materie scolastiche, comunque facoltative. E proprio affiancando al tempo il titolare della cattedra nella sua scuola ha scoperto la sua “vocazione”. Terminata la scuola ha potuto subito iniziare le prime esperienze come supplente, perché la normativa regionale permette di insegnare quella materia opzionale anche solo con un diploma.

In parallelo ha proseguito gli studi e conseguito le necessarie abilitazioni. Una laurea in scienze religiose, alcuni corsi di formazione e a 24 anni si è ritrovato professore nella stessa scuola dove 5 anni prima aveva fatto la maturità. Poi a 27 è diventato di ruolo a tutti gli effetti dopo aver vinto il concorso.

Ma dove insegna il professor Andrea Zilli? Quest’anno è titolare della cattedra di servizi enogastronomici in laboratorio, settore cucina, all’I.I.S. Federico Flora di Pordenone. In più sarà docente di sostegno al liceo I.I.S. “Jacopo Linussio” di Codroipo (UD). E da dicembre 2019, sarà anche maestro di Lingua Friulana presso le scuole dell’infanzia e primarie degli Istituti Comprensivi IV e V di Udine.

L’impatto con colleghi e alunni

Nell’intervista racconta l’impatto con i colleghi e, sopratutto, con gli alunni, solo pochi anni più piccoli di lui.

“Pensano che, essendo quasi loro coetaneo, possa far loro degli ‘sconti’ nelle valutazioni, ma non è così”.

Prendere confidenza con chi, fino a poco prima, era stato suo educatore, non è stato agevole. All’inizio c’è stato un po’ di disorientamento, ma poi, dice, ci ha fatto l’abitudine. È stato lui in primis ad imparare qualcosa di nuovo ogni giorno.

Come principio guida nel suo lavoro, il giovane prof insiste sul “piacere di trasmettere sapere“. Secondo lui, per migliorare la scuola italiana bisognerebbe far divertire di più gli studenti. Inoltre, cerca sempre di trasmettere a tutti il messaggio che lo ha guidato nella sua vita per raggiungere così precocemente il suo obiettivo professionale: mai smettere di sognare. “Un sogno si realizza soltanto se ci credi fino infondo“.

#FacceCaso

Di Tommaso Fefè

COMMENTS

WORDPRESS: 0
DISQUS: 0