Tempo di lettura: 2 Minuti

Erasmus+Vet: boom di partecipazione!

Erasmus+Vet: boom di partecipazione!

Il programma Erasmus non prevede solo lo studio all'estero, ma anche un tirocinio in azienda. Record di partecipanti per l'Erasmus+Vet. La maggior pa

Istituto professionale Colombo: prof cade da tre metri per aprire una finestra
Dentro la protesta degli insegnanti: i perché della contestazione
Ai posteri l’ardua sentenza: lo sciopero dei docenti

Il programma Erasmus non prevede solo lo studio all’estero, ma anche un tirocinio in azienda. Record di partecipanti per l’Erasmus+Vet.

La maggior parte di noi conosce il progetto Erasmus come l’opportunità di andare all’estero e studiare in un’altra università. In realtà, il programma europeo dà la possibilità ai ragazzi di partecipare al cosiddetto Traineeship o meglio l’Erasmus+Vet.

Tra il 2014 e il 2019 ci sono stati più di 25.000 ragazzi che hanno fatto richiesta e partecipato a questo tipo di Erasmus. Il progetto ha coinvolto anche tutor e insegnanti e da qui deriva proprio il nome. Infatti Vet sta per Vocational Education and Training.

L’Italia si conferma, tra le altre cose, una delle mete più richieste per fare questo tipo di progetto, classificandosi quarta dopo Spagna, Regno Unito e Germania. L’INAPP o Istituto per l’Analisi delle Politiche pubbliche dal 14 al 18 ottobre sta anche organizzando dei seminari e delle conferenze per far raccontare ai ragazzi che hanno partecipato la loro esperienza.

Su circa 3000 studenti intervistati, almeno il 77% ha dichiarato che ha tratto da questo progetto moltissimi benefici, sia professionali che personali, consigliando l’esperienza a chi deve decidere se farla o meno. Nel 91% dei casi, inoltre, le aspettative che si avevano prima della partenza sono state più che soddisfatte e allo stesso modo, il 99,6% dei partecipanti ha portato a termine il tirocinio iniziato.

I fondi messi a disposizione del progetto sono stati utilizzati completamente e gli organizzatori si aspettano che le partecipazioni (e i fondi stessi) raddoppino per il prossimo periodo. Nel frattempo, nelle scuole e nelle piazze italiane si terranno gli #Erasmusdays2019 che coinvolgeranno i ragazzi delle superiori e delle università e faranno conoscere il progetto in giro per il paese.

Da ragazza della generazione Erasmus vi consiglio di partecipare, che sia all’università o in azienda perché ne vale davvero la pena!

#FacceCaso

Di Benedetta Erasmo

COMMENTS

WORDPRESS: 0
DISQUS: 0