Tempo di lettura: 3 Minuti

Zucche vietate e zombie virtuali, è già Halloween col TG USA 2.0

Zucche vietate e zombie virtuali, è già Halloween col TG USA 2.0

In questa edizione a tema Halloween ci concentreremo su un provvedimento anti-zucche di qualche anno fa, sull'olfatto dei pipistrelli e sugli zombie.

Contro l’armamento degli insegnanti serve l’armamento culturale
Per guadagnare bene bisogna studiare matematica
Piccole università italiane: regna Pisa!

In questa edizione a tema Halloween ci concentreremo su un provvedimento anti-zucche di qualche anno fa, sull’olfatto dei pipistrelli e sugli zombie.

Il TG USA era andato in ferie qualche mese fa facendo piangere moltissimi lettori di FacceCaso; adesso, però, è tornato nella sua versione 2.0, pronto a scuotere i vostri giovedì con le sue bombe e con qualche novità. Tra queste ci sono anche gli speciali e quello di oggi, 31 ottobre, non poteva che essere a tema Halloween. Siete carichi? E allora daje; anzi, C’MON!

🎃Jack-No-lantern

Tra gli oggetti più iconici della notte di Halloween ci sono sicuramente le zucche intagliate, belle per alcuni, per altri addirittura imprescindibili. E’ il caso di Alex Schwarz, studente dell’Università di Akron (Ohio) che un paio di anni fa decise di incidere ananas e mele per aggirare il divieto del proprio ateneo, il quale per prevenire le infestazioni di insetti e topi aveva proibito ai residenti del campus di realizzare ed esporre le cosiddette Jack-‘o-lantern.

Curiosità della settimana: Fino al novembre del 2012 l’Università del Michigan di Ann-Arbor dava ai propri studenti la possibilità di partecipare ad un corso su come sopravvivere all’invasione degli zombie, termine che all’epoca si usava per indicare le vittime della droga sintetica “Seven Heaven”, in grado di far perdere completamente il controllo a chi la assumeva.

🦇Olfatto, occhio ai “bat-segnali”

Dietro al senso dell’olfatto si celano diversi misteri e per svelarli qualcuno si è rivolto ad uno degli animali-simbolo del mistero: il pipistrello. Stiamo parlando del gruppo di ricercatori della Stony Brook University guidato da Laurel Yohe, che studiando l’apparato olfattivo dei chiropteri ha messo a punto un metodo per quantificare in maniera efficace circa il 90% dei recettori olfattivi, ovvero le proteine codificate dai geni coinvolti nell’olfatto.

Si è laureato a…Los Angeles. Stiamo parlando dell’attore protagonista della saga cinematografica di “Halloween” Nicholas Charles Castle. L’interprete dell’iconico assassino Michael Myers ha studiato cinematografia all’University of Southern California.

🧟L’alba di White Zed

E’ questo il nome scelto 3 anni fa da Reed Cartwright, ricercatore dell’Arizona State University, per indicare l’applicazione web creata da lui al fine di aiutare gli studenti a comprendere maggiormente le dinamiche di sviluppo delle malattie infettive. L’app mette gli utenti di fronte alla simulazione di un’epidemia zombie, che per come è stata descritta dalla letteratura e dalla cinematografia moderna possiede, secondo Cartwright, diversi tratti in comuni con le malattie infettive più diffuse.

Per questa settimana è tutto cari lettori. Il TG USA 2.0 vi saluta, vi ringrazia, vi augura un buon Halloween e come sempre vi invita to be careful; insomma, a FacceCaso.

#FacceCaso

Di Gabriele Scaglione

COMMENTS

WORDPRESS: 0
DISQUS: 0