Tempo di lettura: 3 Minuti

Messina, guai a chi tocca i contadini

Messina, guai a chi tocca i contadini

Ricostruiamo la vicenda che ha visto coinvolti la preside di un liceo scientifico siciliano e le sue frasi sui...contadini. “Non siete figli dei cont

Davide Tisi: il primo laureato Unimore del corso internazionale in Physics
Ripetizioni costose? No grazie!
Risultati delle prove Invalsi. Ecco il quadro del sistema scolastico italiano

Ricostruiamo la vicenda che ha visto coinvolti la preside di un liceo scientifico siciliano e le sue frasi sui…contadini.

“Non siete figli dei contadini”. Una frase che suona come un’offesa; un’offesa nei confronti dei figli, dei contadini e dei figli dei contadini. Quello che colpisce è che a pronunciarla sia stata una persona che in teoria dovrebbe dare l’esempio, ovvero la preside di un istituto superiore.

È con queste parole, infatti, che qualche giorno fa la dirigente scolastica del liceo scientifico statale Seguenza di Messina Lilia Leonardi ha invitato i ragazzi a sollecitare il pagamento di un contributo volontario, necessario per pagare alcuni lavori di ristrutturazione, da parte delle loro famiglie.

Parole dettate forse dalla frustrazione legata alle sempre più folli spese di gestione e alla crescente indifferenza delle istituzioni ma che comunque non possono e non devono passare inosservate. E difatti alcuni studenti hanno ripreso l’accaduto e lo hanno diffuso in rete, provocando ovviamente la disapprovazione di una buona fetta dell’opinione pubblica.

Sulla vicenda sono poi intervenute voci piuttosto autorevoli come quella della Coldiretti Sicilia (che ha ribadito come essere figli dei contadini sia in realtà una ricchezza), prima che il sindaco Cateno De Luca si dissociasse e la preside tornasse sui suoi passi quale vittima di un presunto malinteso.

Ormai però, il danno era stato fatto e la macchina viaggiava già a 200 all’ora, con la notizia che era rimbalzata da una testata all’altra come una scheggia impazzita. Ma dopo la gogna mediatica, la dirigente scolastica del Seguenza è stata vittima anche di un ammutinamento interno, dato che nella mattinata di ieri gli studenti del liceo siciliano hanno occupato l’istituto.

E così siamo finalmente giunti all’ultima (per ora) puntata di questa “telenovela” dalla quale a uscire con le ossa rotte sarà soprattutto l’immagine pubblica del Seguenza. I ragazzi, però, non ci stanno e proveranno a dare un finale diverso a questa storia facendo quello che i contadini da sempre sanno fare meglio: ribellarsi al corso degli eventi.

#FacceCaso

Di Gabriele Scaglione

COMMENTS

WORDPRESS: 0
DISQUS: 0