Tempo di lettura: 3 Minuti

Preparare esami sotto Natale? No problem se c’è la guida

Preparare esami sotto Natale? No problem se c’è la guida

Natale, si sa, è un periodo davvero difficile da affrontare per uno studente universitario. MA quest'anno, ad aiutarti, c'è la guida di FacceCaso. Eh

Pronti? Partenza… via!! Seguitemi nel mio viaggio a est. Prima tappa: Ungheria!
Siete ancora in tempo per dei regali di Natale
Scopri il Natale in Thailandia attraverso l’esperienza di I Have a Trip

Natale, si sa, è un periodo davvero difficile da affrontare per uno studente universitario. MA quest’anno, ad aiutarti, c’è la guida di FacceCaso.

Eh sì, stai già piangendo. Si vede da qui: hai appena finito l’ultimo esame dell’anno, nella sessione di Dicembre (se ce l’hai, perché non tutti hanno questa fortuna) e devi già iniziare a preparare quelli di Gennaio/Febbraio! Buon Natale un c***o, giusto?

Ma c’è da festeggiare in mezzo: verrà zia da giù, chiedendo come al solito di “fidanzata, laurea, peso” ecc. ecc., poi nonno, che vorrà fare briscole come se non ci fosse un domani, e zio che ti vuole insegnare a smontare e rimontare una moto del ’76, zia che ti vuole raccontare di tua cugina, sì quella brava che si è già laureata, sposata, pesa 20 Kg in meno di te…. Basta!

E lo studio? E io come faccio a studiare? Facile, se segui questi piccoli suggerimenti.

Studiare a Natale

Programma al centesimo di secondo: sapere quanto si deve studiare e come, può aiutare da morire. Se riesci a calcolare che fai 1,7 pagine all’ora, sai che tra la briscola delle 14 e quella delle 19 potrai farne almeno 3! Quindi programma tutto, le ore, i passi, i respiri, segna tutte le pagine che dovrai fare e quanto pensi di metterci…

Cerca una caverna sicura, un cantuccio, una stalla senza asini o buoi: insomma, trovati un posto in cui scappare, per riuscire a studiare (e a respirare) qualche minuto. Magari quella tua ex, che non vedi da 10 anni, ha un garage in montagna dove fanno -10° alle 11 del mattino: andrà benissimo, predisponi il nido e vola via quando puoi!

Cerca di studiare il più possibile prima dell’arrivo dei parenti, o della tua partenza se sei un fuorisede. Magari non ti va troppo, ma è la cosa migliore. Anticiparsi del lavoro da fare, per poi bere Genziana con zio Peppino da una tanica per la benzina!

– Riposati, butta i libri nel camino e goditi ste vacanze, che poi si ricomincia a soffrì!

Buon Natale da #FacceCaso

#FacceCaso

Di Giulio Rinaldi

COMMENTS

WORDPRESS: 0
DISQUS: 0