Tempo di lettura: 3 Minuti

2019, il Best of di Gabriele Scaglione

2019, il Best of di Gabriele Scaglione

Per salutare il 2020 sparerete i vostri botti; per celebrare il 2019, invece, sparo alcune delle mie bombe preferite. Buon anno a tutti! Ed eccoci qu

Cerimonia di chiusura EURO 2016: il mondo è più bello visto con gli occhi dei ragazzi
Università di Parma e Lega Pro, un modello da seguire
L’Islanda vola, ma le sue magliette di più!

Per salutare il 2020 sparerete i vostri botti; per celebrare il 2019, invece, sparo alcune delle mie bombe preferite. Buon anno a tutti!

Ed eccoci qui, pronti a salutare il nuovo decennio con un bicchiere di spumante in una mano e con un portafogli di speranze e buoni propositi nell’altra. Quella che se ne sta per andare è stata una decade ricca di eventi e colpi di scena (da sportivo mi viene in mente la cavalcata del Leicester di Ranieri o la rimonta dei Cavaliers di LeBron…).

Ma è stata anche una decade ricca di cambiamenti, soprattutto per il sottoscritto. D’altronde l’ho iniziata che ero un bambino in procinto di cominciare le scuole medie e la finisco a pochi esami dalla laurea (ma in fondo pur sempre bambino). Ripensarmi senza barba e con gli occhiali mi fa un certo effetto però, perciò concentriamoci solo sul 2019.

Che dire, è stato un anno intenso e per certi versi faticoso ma nel quale sono riuscito comunque a fare quello che mi piace di più (dopo giocare a basket ovviamente): raccontarvi delle storie. Anzi, siccome l’anno sta per finire, che ne dite se vi parlo di quelle che mi è piaciuto di più raccontarvi (potete anche dire di no, tanto lo faccio lo stesso)?

Ma bando alle ciance, passiamo al Best Of! Ah quasi dimenticavo, Buon 2020, sperando che quello in arrivo sia per voi un anno senza limiti e senza paure, che poi spesso sono solo illusioni.

1) Tottenham HotSchool

Ve l’ho già detto che sono uno sportivo? D’altro canto chi non lo è? Noi giovani specialmente poi cerchiamo sempre di fare molto per lo sport. Peccato che spesso lo sport non ci dia niente in cambio, anzi. Menomale però che c’è il Tottenham Hotspur che ultimamente ai giovani c’ha pensato eccome…(Per saperne di più clicca QUI)

2) Arresto Momentum

Avrei voluto poter pronunciare quest’incantesimo quando ho intervistato Alessio Puccio, il doppiatore italiano di Harry Potter. Sì perché io sono sempre stato un fan sfegatato del maghetto occhialuto e parlare con Alessio era un po’ come parlare con il suo lato “italiano”(Per saperne di più clicca QUI)

3) E infine…la locura

A proposito dell’intervista telefonica a Francesco Pannofino ho scritto sul mio profilo Instagram che “mentre componevo il suo numero ero teso come una corda di violino ma con la sua voce calda e accogliente e la sua semplicità lui mi ha messo subito a mio agio e in quei 10 minuti di chiacchierata mi sono accorto che…” che il buon Francesco non era affatto male come studente oh. (Per saperne di più clicca QUI)

#FacceCaso

Di Gabriele Scaglione

COMMENTS

WORDPRESS: 0
DISQUS: 0