Tempo di lettura: 1 Minuti

Corso di ingegneria a distanza: cosa c’è da sapere!

Corso di ingegneria a distanza: cosa c’è da sapere!

Se sei portato per le materie tecnico-scientifiche, potresti considerare di iscriverti a Ingegneria. Si tratta di un corso di laurea che combina mater

Studiare Scienze Motorie a distanza: si può fare?
Liceo e Medicina? Da oggi si può!
Un guanto bionico maturo

Se sei portato per le materie tecnico-scientifiche, potresti considerare di iscriverti a Ingegneria. Si tratta di un corso di laurea che combina materie come matematica, fisica, chimica, informatica, le quali si uniranno a discipline via via più specifiche.

Anche chi sceglie di conseguire una laurea in ingegneria online troverà queste dinamiche all’interno di corsi triennali e magistrali in ingegneria civile, gestionale, informatica, biomedica, meccanica, sicurezza, industriale ed elettronica.
Ricordiamo comunque che, una volta scelto uno specifico indirizzo di ingegneria, questo porterà a uno sbocco lavorativo altrettanto specifico. Ad esempio, chi si laurea come ingegnere meccanico non può lavorare in ambito informatico, e viceversa. Ma si tratta di una caratteristica comune sia a chi diventerà ingegnere tramite le Università Telematiche, sia a chi conseguirà la laurea tradizionale in quest’ambito. Tra i due percorsi vi è tuttavia una differenza non da poco: le facoltà online di ingegneria non prevedono dei test d’accesso ostativi, mentre la maggior parte delle facoltà canoniche è a numero chiuso. Sì, è vero, sostenere un test d’ingresso non è impossibile, ma comporta comunque una certa quantità di stress. E dato che Ingegneria è una facoltà impegnativa, è meglio alleggerirsi almeno il carico emotivo iniziale.

Per chi studia online

In generale, decidere di studiare nelle Università Telematiche ti eviterà diversi fastidi: l’iscrizione ai percorsi di studio avviene online, così come altre fasi della vita accademica. Ad esempio i corsisti di Ingegneria e delle altre facoltà potranno seguire le lezioni comodamente da casa, declinando lo studio nei tempi e nei luoghi che prediligono. In tal modo le Università Telematiche rappresentano un’alternativa valida per chi ha già una carriera lavorativa avviata, o magari presenta altre limitazioni di natura temporale o fisica che gli renderebbero difficile il frequentare fisicamente un ateneo. Si tratta dunque di una realtà certamente innovativa, ma che va ponderata con attenzione.

Dopotutto, come abbiamo detto in precedenza, gli anni di studio di Ingegneria richiedono una forte dose di concentrazione e impegno, perciò chi sceglie di avviarsi al percorso online dovrà essere particolarmente disciplinato, data l’autonomia e la flessibilità della teledidattica. Gli Atenei Online, del resto, sono consapevoli di tutto ciò, ed è anche per questo motivo che hanno deciso di affiancare un tutor personale agli studenti che lo desiderano. Questa figura li aiuterà nell’iter accademico e burocratico, rendendosi disponibile a fornire il proprio sostegno tramite l’apporto di strumenti virtuali quali chat, forum o e-mail.

Università Online vs Tradizionale: stesso titolo di studio

Infine coloro che scelgono di laurearsi in ingegneria telematica (o in un altro corso di laurea online), avranno alla fine del percorso di studi un titolo equipollente a quelli tradizionali, dato che gli Atenei Online sono riconosciuti dal MIUR. Nel caso degli ingegneri, la validità del titolo di laurea permetterà loro di accedere all’esame di stato, il cui superamento è necessario per iscriversi all’ordine professionale degli ingegneri. Dopodiché l’ingegnere potrà iniziare a cercare lavoro, e con tutta probabilità lo troverà in fretta: secondo un’indagine effettuata dalla Fondazione del CNI e da Anpal Servizi, dopo la laurea gli ingegneri trovano lavoro in 6 mesi contro i 10 degli altri laureati.

#FacceCaso

COMMENTS

WORDPRESS: 0
DISQUS: 0