Tempo di lettura: 1 Minuti

A scuola con… Leonardo Bonucci!

A scuola con… Leonardo Bonucci!

Che scuola hanno frequentato i campioni italiani? Ve lo diciamo noi in questa nuovissima rubrica. Oggi tocca al muro bianconero Leonardo Bonucci.

I college americani a caccia di giovani promesse del calcio Italiano
Sport senza genere per la sfida di Ragazze nel Pallone
Ronaldo alla Juventus, quanto costa in relazione ai settori giovanili?

Che scuola hanno frequentato i campioni italiani? Ve lo diciamo noi in questa nuovissima rubrica. Oggi tocca al muro bianconero Leonardo Bonucci.

Vi siete mai chiesti quale scuola avessero frequentato da adolescenti campioni e campionesse del calibro di Buffon o Bebe Vio? Noi sì. E per risponderci (o meglio, per rispondervi) abbiamo ideato una rubrica nella quale periodicamente ripercorreremo la carriera scolastica di vari atleti.

In occasione del Derby d’Italia tra Juventus ed Inter inizialmente in programma per domani sera e ora posticipato al 13 maggio, ci tuffiamo nel passato scolastico di uno dei leader carismatici dei Campioni d’Italia, calcisticamente formatosi, però, proprio tra le fila dei nerazzurri. Stiamo parlando di Leonardo Bonucci.

Non tutti lo sanno ma Bonucci è nato e cresciuto non lontano da Roma, a Viterbo per la precisione. Qui ha mosso i suoi primi passi da giocatore, dividendosi tra il Pianoscarano (la formazione del suo quartiere) e la Viterbese e cercando di non perdere mai di vista i valori che papà Claudio e mamma Dorita gli hanno sempre trasmesso, fin da bambino.

Tra questi c’era naturalmente anche l’importanza dello studio. In occasione della presentazione del suo libro “Il Mio Amico Leo”, il vice-capitano della Juve ha infatti ricordato come le insufficienze gli costassero gli allenamenti. Per sua fortuna, però, se l’è sempre cavata abbastanza bene a scuola.

E a proposito di scuola, il libro sopra citato non è la classica biografia del campione di turno, bensì un racconto attraverso il quale Leo affronta il tema del bullismo, che ha proprio nella scuola il suo “habitat naturale”. Un habitat che Bonucci ha frequentato con costanza e determinazione, arrivando anche a conseguire il diploma.

Lo ha ottenuto quando militava nelle giovanili dell’Inter, all’Istituto Milano, sito in Via Guinizelli 4. Qui Leonardo ha imparato il concetto di sacrificio; per prepararsi alla maturità ha infatti rinunciato al suo tempo libero, dedicando la mattina allo studio e il pomeriggio agli allenamenti. Perché va bene la scuola ma il calcio in fondo è sempre stato la sua vita.

#FacceCaso

Di Gabriele Scaglione

COMMENTS

WORDPRESS: 0
DISQUS: 0