Tempo di lettura: 1 Minuti

Le nuove date dei Test di Ammissione 2020

Le nuove date dei Test di Ammissione 2020

Le date dei Test di Ammissione spostate dal Coronavirus. Molti studenti dovranno vedersela con le prove a settembre, gli ultimi a ottobre. Quanti fra

A scuola con… Andrea Belotti!
Coronavirus per noi, musica per i gatti e TG USA 2.0 per voi
Alunni in pigiama, i presidi si lamentano

Le date dei Test di Ammissione spostate dal Coronavirus. Molti studenti dovranno vedersela con le prove a settembre, gli ultimi a ottobre.

Quanti fra ragazze e ragazzi sono all’ultimo anno delle superiori alzino la mano! E quanti, tra questi, stavano già preparando i test di ammissione all’università? Già, vi capiamo. Non bastavano ore e ore passate sui libri per preparare la maturità e i test assieme, ora tutto diventa più complicato.

Lo tsunami provocato dal Coronavirus ha infatti fatto slittare a Settembre numerosi test in precedenza programmati per la Primavera/Estate. Il che vuol dire ripensare da capo tutti i piani allestiti in precedenza. Ma non tutto il male viene per nuocere, per lo meno. Se non altro, ci sarà un po’ più di tempo per prepararli questi test, no?

Le nuove date dei Test di Ammissione

Medicina e Chirurgia, Odontoiatria e Protesi Dentaria: 1 settembre 2020

– Medicina Veterinaria: 2 settembre 2020

Architettura: 3 settembre 2020

Professioni sanitarie: 9 settembre 2020

– Medicina e Chirurgia, Odontoiatria e Protesi Dentaria in lingua inglese (IMAT): 10 settembre 2020

Scienze della formazione primaria: 11 settembre 2020

Professioni sanitarie (corsi di laurea magistrale): 30 ottobre 2020

Preparare un test d’ammissione

Per chi invece non avesse, ancora, iniziato a pensare a come preparare i famosi test, vi diamo qualche piccolo spunto.

– Iscriversi ad un corso: (ad es. gli AlphaTest), molti studenti sono passati per le aule dei corsi pre-ammissione. Certo, il prezzo alzo può spaventare un po’, ma molto spesso vi sono delle agevolazioni e se non si passa si può essere ripreparati gratuitamente.

– Comprare libri e studiare in autonomia: c’è chi si prepara così. Ci si compra o i libri dei corsi, o si utilizzano quelli già in proprio possesso, come ad es. i libri di chimica, biologia, matematica ecc. Dopodiché, ci si trova un bel posto in biblioteca e si studia. O in cucina, visti i tempi.

– Lezioni private: perché non farsi aiutare da un tutor, molto spesso lei/lui c’è già passato e sa molto bene ciò che vi occorre studiare per entrare.

#FacceCaso

Di Giulio Rinaldi

COMMENTS

WORDPRESS: 0
DISQUS: 0