Tempo di lettura: 1 Minuti

Salute mentale durante la quarantena: i consigli dell’OMS su come mantenerla!

Salute mentale durante la quarantena: i consigli dell’OMS su come mantenerla!

L'Organizzazione Mondiale della Sanità ha stilato una serie di consigli per autarci a mantere una buon salute mentale durante questo periodo. Mi fa s

Briga agli WebShowAwards intervistato da #FacceCaso
Voglia di staccare? La mia proposta per una fuga stile #FacceCaso ad Arezzo!
Un’estate da travel blogger con il/la migliore amic@? Perché no! Scopri qui come

L’Organizzazione Mondiale della Sanità ha stilato una serie di consigli per autarci a mantere una buon salute mentale durante questo periodo.

Mi fa strano dirlo ma sì, stiamo vivendo un’epidemia modiale, una vera e propria pandemia. Così da un giorno all’altro ci siamo ritrovati tutti e tutte in casa, senza poter uscire, dovendo rivedere i nostri piani e i nostri modi di vivere. Di punto in bianco è cambiato tutto in un modo in cui nessuno di noi era abituato. Ovviamente, uno dei rischi della situazione è quello di riscontrare dei problemi dal punto di vista della salute mentale come per esempio stress, ansia, depressione, eccetera.

Del fatto che soprattutto noi giovani, ritrovandoci di punto in bianco chiusi in casa, potessimo essere vittime di ansia ne avevamo già parlato qui.

Sicuramente qualcuno accuserà di più il colpo e qualcun altro lo accuserà meno. Per qualcuno restaretare a casa sarà meno pesante e per qualcun altro può essere una vera condanna. Insomma, questa situazione è talmente tanto soggettiva che le reazioni dipendono dal carattere di ognuno ma anche da mille altri fattori esterni alla persona.

Per questi motivi, e per cercare di scongiurare il rischio di peggioramenti della salute mentale dei cittadini e delle cittadine di tutto il mondo, l’OMS ha realizzato un documento in cui si raccomanda di mantenere alcuni comportamenti per salvaguardare noi e gli altri. Vediamo quali sono i più importanti, quelli riferiti alle persone alle quali, come noi italiani, è richiesto di rimanere il più possibile isolati in casa.

N°1: Rimanere connessi

Siamo da soli in casa, sì, ma ciò non significa che dobbiamo isolarci dai propri affetti. Mantenersi vicini ai propri amici, parenti, familiari e amori è fondamentale. Oggi siamo fortunati ad avere a disposizione tutti i mezzi possibili per poter chiamare, videochiamare, giocare insieme, studiare in compagnia. Facciamolo! Inoltre l’OMS raccomanda di mantenere il più possibile la propria routine, e se impossibile di crearne di nuove. É importante la mattina alzarsi, vestirsi e lavarsi e mettersi a fare qualcosa di produttivo. Rimanere nel letto o nel divano tutto il giorno diventa veramente rischioso per la nostra salute mentale.

N°2: Reagire ai momenti di stress

L’OMS raccomanda di reagire ai momenti di stress prestando attenzione alle nostre necessità e ai nostri sentimenti. Per reagire è bene mettersi a fare delle attività che ci piacciono e che in genere ci rilassano. Inoltre è importante l’esercizio fisico, che si può fare tranquillamente anche da casa (ne abbiamo parlato qui), dormire regolarmente e mangiare sano.

N°3: Non stare tutto il tempo davanti alle notizie

Rimanere la giornata intera a controllare le notizie ossessionatamente è deleterio, potrebbe causare ansia e stress. L’OMS raccomanda di leggere o ascoltare le notizie in dei momenti precisi della giornata che decidiamo a priori. La cosa più importante, da questo punto di vista, è sforzarsi di leggere le notizie da fonti certificate e ufficiali: il male peggiore in questo momento sono le fake news. In un articolo (disponibile qui) vi ho consigliato le pagine Instagram da seguire che riportano notizie ufficiali per rimanere informati e usare i social in modo responsabile.

#FacceCaso

Di Chiara Zane

COMMENTS

WORDPRESS: 0
DISQUS: 0