Tempo di lettura: 1 Minuti

Le lezioni di scuola? Puoi vederle sulla Rai

Le lezioni di scuola? Puoi vederle sulla Rai

La nostra televisione nazionale, la RAI, trasmetterà dalla prossima settimana lezioni per scuola primaria e secondaria. Insegnandoci come una volta.

Scuola, ecco il protocollo di sicurezza per il rientro a settembre
Studenti cinesi controllati dall’intelligenza artificiale
“Immuni”, idea di Sileri per rilanciarla: app nel protocollo per il rientro a scuola

La nostra televisione nazionale, la RAI, trasmetterà dalla prossima settimana lezioni per scuola primaria e secondaria. Insegnandoci come una volta.

E se la Rai non trasmettesse più solo intrattenimento, più o meno puro tra film, tg e programmi vari, ma tornasse nelle case degli italiani come una volta? Se tornasse ad insegnare, oltre che ad intrattenere? Cosa succederebbe?

Se lo devono essere chiesto i vertici della Tv nazionale, perché dalla prossima settimana si parte con le lezioni in diretta.

I vecchi tempi

I nostri padri e i nostri nonni certamente ricordano: “Non è mai troppo tardi. Corso di istruzione popolare per il recupero dell’adulto analfabeta”. Il programma, andato in onda tra il 1960 e il 1968 (la prima edizione), vedeva un maestro e pedagogo, Alberto Manzi, insegnare alla lavagna grammatica e sintassi agli italiani che non erano riusciti a finire la scuola primaria.

Si dice che grazie al lavoro di Manzi quasi due milioni di persone fossero riuscite a terminare con successo la 5° elementare. Un risultato strabiliante, se pensate che all’epoca non tutti avevano la tv in casa. Insomma, come il boom economico, il dopo guerra portò anche ad un boom culturale.

Ma torniamo a noi

Tornando ai nostri tempi, lasciano pochi dubbi le parole che Fabrizio Salini, amministratore delegato della Rai, ha rilasciato in un’intervista al Sole 24 Ore: “La nostra reazione all’emergenza è stata rapida. Abbiamo ampliato gli spazi formativi, assicurando una copertura da servizio pubblico”.

(Diverse) produzioni stanno partendo, tra cui una dedicata agli studenti che affrontano la Maturità e un programma live per i ragazzi, anche questo totalmente nuovo, di 3 ore al giorno, dal lunedì al venerdì”.

Proprio la prossima settimana, dunque, inizieremo a poter usufruire di un percorso di didattica a distanza con lezioni in diretta per le scuole primarie, secondarie di primo e secondo grado. Il tutto in accordo e con il placet del Miur, ovviamente.

#FacceCaso

Di Giulio Rinaldi

 

COMMENTS

WORDPRESS: 0
DISQUS: 0