Tempo di lettura: 1 Minuti

A scuola con… Ambra Angiolini!

A scuola con… Ambra Angiolini!

Che scuola hanno frequentato i VIP italiani? Ve lo diciamo noi in questa rubrica. Oggi tocca alla Signora Allegri, Ambra Angiolini. Vi siete mai chie

Primo Maggio, le cose che mi mancheranno di più del concertone
Ecco il Concertone: tutte le news sul Primo maggio di San Giovanni
Concertone 1°maggio: ecco chi ci sarà

Che scuola hanno frequentato i VIP italiani? Ve lo diciamo noi in questa rubrica. Oggi tocca alla Signora Allegri, Ambra Angiolini.

Vi siete mai chiesti quale scuola avessero frequentato da adolescenti personaggi come Salvini, PIF o Salmo? Noi sì. E visto il successo della nostra rubrica sugli sportivi, abbiamo deciso di allargare il campo, includendo nella nostra indagine attori, musicisti, politici e chi più ne ha più ne metta.

A causa dell’emergenza Coronavirus che il nostro Paese sta vivendo, il tradizionale “concertone” del Primo Maggio si è tenuto ieri in un formato decisamente insolito, ma lo stesso coinvolgente. Merito degli artisti sicuramente, ma anche della bravura della conduttrice, la splendida Ambra Angiolini.

Ambra, d’altronde, deve molto alla musica. La sua carriera artistica, infatti, affonda le sue radici nel celebre programma “Non è la Rai”. È lì che nel 1994, ad appena 17 anni, una giovanissima Ambra conquistò i cuori dei giovani italiani lanciando il singolo “T’appartengo”. Le sue coetanee all’epoca andavano a scuola, lei invece divorava il palcoscenico cantando un brano malizioso e provocante.

Questo naturalmente non significa che la signorina Angiolini non studiasse, anzi. Lontano dalla TV la giovane Ambra era infatti una studentessa modello in un liceo linguistico romano. E non un liceo qualunque, bensì quello delle Suore Missionarie del Sacro Cuore (Piazza Trinità dei Monti 3).

Ebbene sì, avete capito bene, la trasgressiva (in apparenza) valletta della Rai andava a scuola con le suore e se la cavava pure bene. Purtroppo poi i suoi impegni lavorativi l’hanno costretta a ritirarsi da quel liceo. Il diploma, però, lo ha preso comunque, da privatista. Per ottenerlo ha puntato tutto sulla sua dote principale, la parlantina (dice lei) e sulle sue materie preferite: Storia e Italiano.

Diciamo che quel titolo non gli è poi servito a molto, ma quello di Ambra rimane comunque un bell’esempio da seguire. Spesso, infatti, i giovani che raggiungono la notorietà tendono poi a trascurare i loro studi; lei, invece, è andata fino in fondo perché credeva nell’importanza della scuola e perché ci teneva. E come ci ha insegnato lei “se ci tieni, tu prometti e poi mantieni”.

#FacceCaso

Di Gabriele Scaglione

COMMENTS

WORDPRESS: 0
DISQUS: 0