Tempo di lettura: 3 Minuti

A scuola con… Luca Guadagnino!

A scuola con… Luca Guadagnino!

Che scuola hanno frequentato i VIP italiani? Ve lo diciamo noi in questa nuovissima rubrica. Oggi tocca ad un signor regista: Luca Guadagnino. Vi sie

A scuola con…Luca Argentero!
Tornatore delude le aspettative con “La Corrispondenza”
Adesso è ufficiale! Il Signore degli Anelli sposa Amazon

Che scuola hanno frequentato i VIP italiani? Ve lo diciamo noi in questa nuovissima rubrica. Oggi tocca ad un signor regista: Luca Guadagnino.

Vi siete mai chiesti quale scuola avessero frequentato da adolescenti personaggi come Salvini, PIF o Salmo? Noi sì. E visto il successo della nostra rubrica sugli sportivi, abbiamo deciso di allargare il campo, includendo nella nostra indagine attori, musicisti, politici e chi più ne ha più ne metta.

Nel 2011 era stata annunciata la produzione del reboot di uno dei capolavori del grandissimo Brian De Palma: Scarface. Dopo diversi cambi di mano, la sceneggiatura del film è finita nelle mani dei fratelli Coen, mentre la regia è stata appena affidata a un nostro conterraneo: Luca Guadagnino.

Quella di Guadagnino è una storia molto particolare perché prima delle quattro candidature ai Premi Oscar ricevute nel 2017 in Italia era sconosciuto ai più, mentre all’estero era già apprezzatissimo. La sua vita d’altronde è iniziata lontano dall’Italia, in Etiopia per la precisione. È lì che ha infatti vissuto insieme al padre siciliano e alla madre algerina fino all’età di 6 anni.

Chiusa quella parentesi africana, la sua famiglia è quindi tornata nella città dove Luca era venuto al mondo: Palermo. Qui il regista del remake di Suspiria ha cominciato ad andare a scuola; prima alle elementari, poi alle medie (all’Alberico Gentili) e infine al liceo, quello scientifico per l’esattezza.

Già ma in quale istituto? Al “Galileo Galilei” di Via Danimarca 54. È lì che si è diplomato prima di partire alla volta della Capitale per iscriversi alla facoltà di Lettere dell’Università “La Sapienza” di Roma. Facoltà nella quale si è laureato con una tesi di Storia e Critica del Cinema sul regista Robert Jonathan Demme.

Insomma, già all’epoca Guadagnino aveva capito che il cinema era la sua vera passione e che in un modo o nell’altro prima o poi quella passione sarebbe diventata la sua vita. Studiare lettere, però, in un certo senso forse lo ha aiutato visto che spesso i suoi film sono delle poesie visive che ti lasciano a bocca aperta.

#FacceCaso

Di Gabriele Scaglione

COMMENTS

WORDPRESS: 0
DISQUS: 0