Tempo di lettura: 1 Minuti

A scuola con… Andrea Pirlo!

A scuola con… Andrea Pirlo!

Che scuola hanno frequentato i campioni italiani? Ve lo diciamo noi in questa nuova rubrica. Oggi tocca al Maestro del centrocampo Andrea Pirlo. Vi s

L’intonaco anti-sisma: all’Università ci provano!
L’Università italiana, un popolo di raccomandati: non è vero!
L’Università cattolica è ecosostenibile

Che scuola hanno frequentato i campioni italiani? Ve lo diciamo noi in questa nuova rubrica. Oggi tocca al Maestro del centrocampo Andrea Pirlo.

Vi siete mai chiesti quale scuola avessero frequentato da adolescenti campioni e campionesse del calibro di Buffon o Bebe Vio? Noi sì. E per risponderci (o meglio, per rispondervi) abbiamo ideato una rubrica nella quale periodicamente ripercorreremo la carriera scolastica di vari atleti.

Oggi parliamo di un ex calciatore che, dopo aver vinto praticamente tutto con le maglie di Juventus, Milan e della Nazionale Italiana, ha deciso di diventare un allenatore e di mettere a disposizione dei giovani la sua esperienza. Stiamo parlando del nuovo mister della Juventus U23 Andrea Pirlo.

Nel corso della sua carriera Andrea ha dimostrato di possedere delle capacità tecniche straordinarie, abbinate peraltro ad un’intelligenza tattica fuori dal normale. Silenzioso ma letale, Pirlo si è dunque lentamente guadagnato il soprannome di Maestro, con il quale è conosciuto anche ora che a pallone gioca soltanto con gli amici o, al massimo, per scopi benefici.

Ma prima di essere un Maestro, il fuoriclasse bresciano è stato anche un allievo. Un illustre studente dell‘Istituto “Marco Polo” per la precisione, un rinomato liceo scientifico sportivo di Brescia (sito in Via Tomaso Ferrando 1) che recentemente ha formato anche il portiere del Cagliari Alessio Cragno.

Andrea vi si è scritto nel 1995 e ne è uscito cinque anni più tardi. Mentre studiava, giocava titolare nella squadra della sua città natale in Serie B. Squadra che nel 1997, ad appena 18 anni guidò alla vittoria di un titolo che valse alle Rondinelle la promozione in Serie A.

Di lì in poi la carriera di Pirlo è un susseguirsi di successi e giocate da capogiro. Lanci millimetrici, passaggi no-look e dribbling nello stretto sono solamente alcuni dei pezzi più pregiati del repertorio di Andrea. Un repertorio fatto di tecnica, precisione e tanta tanta fantasia; doti che adesso proverà a trasmettere anche ai suoi ragazzi, perché in fondo è questo che fanno i veri Maestri.

#FacceCaso

Di Gabriele Scaglione

COMMENTS

WORDPRESS: 0
DISQUS: 0