Tempo di lettura: 2 Minuti

Banchi con le rotelle rimandati. Anzi, bocciati

Banchi con le rotelle rimandati. Anzi, bocciati

Un paio di mesi fa i banchi con le rotelle sembravano la soluzione migliore al problema Covid-19. Ma si sa, non è tutto oro ciò che luccica, anzi...

Istituto Comprensivo 7: controsoffitto crollato a causa del maltempo
Giorgio Armani sponsorizza giovani registi
Il QI si abbassa e le skills aumentano, è positivo?

Un paio di mesi fa i banchi con le rotelle sembravano la soluzione migliore al problema Covid-19. Ma si sa, non è tutto oro ciò che luccica, anzi…

Un paio di mesi fa vi avevamo mostrato in anteprima i banchi dall’aspetto futuristico che avrebbero dovuto consentire agli studenti di tornare a fare lezione in totale sicurezza. Abbiamo scelto di usare il condizionale perché di futuristico questi ormai famigerati banchi hanno appunto solo l’aspetto.

Oltre ad essere costati un occhio della testa, infatti, non assolvono neanche totalmente alla funzione per la quale sono stati acquistati: tutelare la salute dei ragazzi. Intendiamoci, la distanza di sicurezza la garantiscono. Ciò che non garantiscono, però, è il benessere fisico e mentale di chi vi è seduto.

E non siamo noi a dirlo, ma esperti del settore come assistenti sociali ed ortopedici. Alcuni di questi ultimi hanno inviato a Il Tempo una lettera nella quale hanno sapientemente descritto i rischi legati all’utilizzo di questa nuova tipologia di arredo scolastico. Arredo scolastico che a quanto pare non si sposerebbe con la parametrizzazione anatomico-fisiologica per la struttura corporea dei ragazzi.

In 5 punti dettagliati, gli autori della lettera hanno infatti spiegato come i nuovi banchi con le rotelle siano pericolosi per la salute della colonna lombare e del nervo sciatico degli studenti e in più hanno fatto anche notare come non tengano nemmeno conto del comparto anatomico del singolo ragazzo.

In precedenza a sollevare perplessità circa l’impiego di questi banchi c’aveva già pensato l’attivista e fondatore della onlus #vorreiprendereiltreno Iacopo Melio. Quest’ultimo, molto sensibile ai diritti di ragazzi sovrappeso o affetti da disabilità, sostiene che i banchi con le rotelle non aiutino coloro che soffrono di deficit d’attenzione o di iperattività a rimanere fermi e concentrati in classe.

A questo punto ci chiediamo, era proprio necessario comprare dei banchi che a quanto pare sono più belli a vedersi che utili? Non era meglio puntare su un classico banco singolo vecchio stile? Alcuni licei romani (leggasi Newton) lo hanno già fatto, riuscendo persino a risparmiare una quindicina di euro a banco. Alla faccia del futuristico ci verrebbe da dire.

#FacceCaso

Di Gabriele Scaglione

COMMENTS

WORDPRESS: 0
DISQUS: 0