Tempo di lettura: 1 Minuti

Neverbh fa il suo esordio in UMA Records con “vai o resti”

Neverbh fa il suo esordio in UMA Records con “vai o resti”

Neverbh entra ufficialnmente a far parte della UMA Records e si presenta alla sua nuova label con il singolo "vai o resti" distribuito Sony Music. va

Pinterest nel 2018: a che punto è questo social?
Le università meneghine sfornano talenti del canto
Università? Tra qualche anno potrebbero chiuderne moltissime

Neverbh entra ufficialnmente a far parte della UMA Records e si presenta alla sua nuova label con il singolo “vai o resti” distribuito Sony Music.

vai o resti è il nuovo singolo di Neverbh per UMA Records, in distribuzione Sony Music Italy. Il brano segna l’entrata dell’artista nella giovane label, dopo le prime uscite capaci di incastrare pop, indie e lo-fi, tra ricami elettronici e ambient. vai o resti è una conferma di una crescita, di un percorso iniziato con il singolo precedente moon, entrato nelle playlist Scuola Indie, Indie Triste e New Music Friday di Spotify.

Il progetto Neverbh nasce infatti in un incrocio di generi e in una produzione all’insegna del DIY: tra ritornelli pop, venature elettroniche, sonorità lo-fi e un’attitudine tipicamente indie l’autoproduzione di Stefano esalta la sincerità del suo songwrtiting: autentico, sussurato e delicato.

“vai o resti è stata scritta in pochi giorni, perché quando una carica emotiva così forte ti travolge, non puoi pensare ad altro, la puoi solo esprimere tutta d’un fiato. La melodia del ritornello ce l’ho già in testa da diversi anni, ma non avevo ancora trovato da canzone giusta a cui “assegnarla”. La voce della prima strofa è one take, è stata registrata al primo colpo, per tenerla il più intima e sincera possibile.” (Neverbh)

Chi è Neverbh

Neverbh, nome d’arte di Stefano Bochicchio, classe ’95 di Verona. Scrive canzoni e le registra in soffitta, nel suo piccolo studio homemade. La forte emotività nei testi e nelle melodie, incontra l’esigenza di un mezzo di espressione anch’esso puro e senza filtri, che incrocia batterie lo-fi con ritornelli pop, strofe indie e stili di scrittura che a volte ricordano il rap.

L’interesse verso di lui si concretizza inizialmente con pezzi come Gennaio, Dietro le tende, e Petali, che ricevono un buon riscontro sia dall’audience che sulle piattaforme di streaming. La voce esce per necessità, da una cameretta lontana, e questo senso di verità è ciò che coinvolge l’ascoltatore.

L’ultimo singolo, moon, è il connubio di ciò che è Neverbh. Il brano raggiunge ottimi riscontri incastrando elementi indie, pop ed elettronici.

#FacceCaso

COMMENTS

WORDPRESS: 0
DISQUS: 0