Tempo di lettura: 2 Minuti

Lorenzo Sbarbati ha pubblicato il suo nuovo singolo “Cose che non so”

Lorenzo Sbarbati ha pubblicato il suo nuovo singolo “Cose che non so”

E' disponibile su tutte le piattaforme di streaming “COSE CHE NON SO”, brano che anticipa l’album d’esordio di Lorenzo Sbarbati in arrivo nel 2021. D

#FacceCaso all’Auditorium di Roma
Social vietati per i professori? Oh oh.
Snapchat, ecco in Italia gli Spectacles!

E’ disponibile su tutte le piattaforme di streaming “COSE CHE NON SO”, brano che anticipa l’album d’esordio di Lorenzo Sbarbati in arrivo nel 2021.

Da un senso di smarrimento individuale alla presa di coscienza di un caos universale a cui nessuno oggi sembra potersi sottrarre: questo il cuore pulsante di “Cose che non so”, nuovo brano di Lorenzo Sbarbati. Preceduta dai singoli “L’era dei convinti” e “Paris, Marseille, Anvers”, questa canzone porta delicatamente avanti quel moto oscillatorio tra i termini del binomio certezza/incertezza, fil rouge caro alla componente testuale del giovane cantautore marchigiano, nonché concept del suo primo album da solista, in uscita l’anno prossimo. La produzione artistica curata da Ivan Amatucci conferisce a “Cose che non so” e agli altri brani del nuovo album una forte identità e una cifra stilistica innovativa capace di coniugare classico e nuovo.

Spiega l’autore a proposito del nuovo brano: «Quando ho scritto “Cose che non so” confidavo ancora in una sorta di lento disvelamento del Senso e del Significato, in qualcosa che mi si sarebbe fatto più chiaro man mano che fossi andato avanti con gli anni e con l’esperienza. Nulla di più sbagliato, appunto, a proposito delle cose che pensavo di sapere, e che forse nemmeno ora so. Complice questa società liquida che va così veloce, questa incertezza in cui siamo gettati ogni giorno, tutti connessi e tutti soli, mi sono ripetuto che la luce non va cercata nella cieca propensione in avanti, ma in quello che c’è qui, adesso, e in quello che possiamo cambiare qui e adesso. Questo è il senso di “Cose che non so”: una luce che viene dalle crepe di quello che sembra andare in rovina».

Il videoclip ufficiale del brano, diretto da Fabrizio Guerra, manca di una vera e propria trama e procede per sequenze di immagini incentrate sulla figura di Lorenzo Sbarbati che diventa protagonista di scene fortemente allegoriche: a volte ci sembra di avere il volante della nostra vita in mano, altre volte sembra che tutto quello che abbiamo costruito sia alle nostre spalle pronto a travolgerci; a quel punto siamo fortunati se ci ritroviamo magicamente in sella ad una bicicletta pronti a scappare via dalle conseguenze delle nostre scelte. È questo il senso della corsa in bici di Lorenzo intervallata a scene di guida, dell’alternanza del giorno e della notte nel videoclip. Davanti ad un ipotetico traguardo, spesso ci chiediamo se è quella la nostra vera meta, se siamo all’altezza delle nostre stesse aspettative. E chi lo sa? Il finale del video invita non a darci una risposta, ma a porci la giusta domanda.

 

Chi è Lorenzo Sbarbati

Lorenzo Sbarbati è un cantautore marchigiano nato a Macerata nel 1991. Dopo un passato da frontman e autore nei Senzassenso, band con cui realizza un album e numerose aperture (Brunori Sas, Marlene Kuntz, Il teatro degli orrori, Rachele Bastreghi e Bobo Rondelli), nel 2018 inizia il suo percorso solista e si trasferisce a Bologna, affiancando ai concerti l’attività di busker. Notato da Andi Pomato, cantautore argentino e testimonial della Beyerdynamic, registra il brano “Paris, Marseille, Anvers” in Piazza Maggiore per il famoso brand tedesco; nello stesso anno Bologna Città della Musica UNESCO sponsorizza altri due suoi brani, “L’era dei convinti” e “Per amare me”. Nel 2020 viene affiancato nella produzione dal giovane autore e produttore Ivan Amatucci, che vanta collaborazioni con Dario Faini e Roberto Casalino.
“Cose che non so”, brano che anticipa il primo album di Lorenzo Sbarbati, è disponibile su tutte le piattaforme di streaming dal 4 dicembre.

#FacceCaso

COMMENTS

WORDPRESS: 0
DISQUS: 0