Tempo di lettura: 3 Minuti

Giovany, vi svelo qualche trucco per memorizzare le date!

Giovany, vi svelo qualche trucco per memorizzare le date!

753 a.C., 1450, 1776... la storia è piena di date da ricordare, ma com’è possibile tenerle tutte a mente? Provo a darvi qualche dritta interessante.

Tirocini MAECI-CRUI: il nuovo bando per 195 stage in tutto il mondo!
Test università: un po’ di date
Una via intitolata a Jeeg Robot ?? Esatto, c’è la petizione su Change.org

753 a.C., 1450, 1776… la storia è piena di date da ricordare, ma com’è possibile tenerle tutte a mente? Provo a darvi qualche dritta interessante.

Una delle parti peggiori dello studiare storia è sicuramente ricordarsi le date di avvenimenti importanti. Se anche per te non è un processo immediato, continua a leggere che oggi parliamo di alcuni trucchetti per aiutare la memoria.

Il primo approccio è quello della ‘personalizzazione’ delle date. Cerca di farle il più possibile ‘tue’, associandole ad eventi di vita personale. Ad esempio, la presa della Bastiglia è avvenuta il 14 luglio e magari tuo fratello è nato il mese dopo. E per l’anno? Beh, questo è facile perché era il 1789. Qui basta notare che dopo l’1 i numeri sono tutti in serie ascendente e, se vogliamo essere precisi e ricordarci giorno, mese e anno possiamo pensare che luglio è il settimo mese e perciò metterlo dopo l’1 delle migliaia e andare avanti così.

Il secondo metodo è più adatto per chi ha una memoria di tipo fotografico. A ogni cifra assoceremo un oggetto che ne ricorda la forma per poi immaginarci un ‘quadretto mentale’. Nel caso della Pace di Lodi, 1454, possiamo visualizzare una candela per l’1, una vela per il 4 e una mano aperta per il 5. Oppure si può sempre pensare all’orologio e alla posizione delle lancette. Il secondo Trattato di Parigi (in seguito alla sconfitta di Napoleone a Waterloo) venne firmato nel 1815 e uno potrebbe benissimo collegare il concetto di ‘ratifica finale’ alla fine della giornata lavorativa e quindi all’orario delle 18:15.

I metodi alternativi per ricordarsi date e numeri sono tanti, basta capire quale fa più al caso tuo. Certi si trovano bene a inventare frasi con parole che rimano con le cifra della data da ricordarsi, altri preferiscono scrivere delle flashcard e ripetere prima di andare a dormire.

C’è poi il buon vecchio bigliettino dentro l’astuccio, ma non sono stata io a suggerirlo…

#FacceCaso

Di Lucia Lazzarini

COMMENTS

WORDPRESS: 0
DISQUS: 0