Tempo di lettura: 2 Minuti

FacceSapè: ecco la nostra intervista con la band Tintinnabula

FacceSapè: ecco la nostra intervista con la band Tintinnabula

Nuovo appuntamento con le nostre interviste musicali: oggi è la band Tintinnabula a passare sotto le grinfie di Giorgia per parlare del loro nuovo sin

Brando Madonia anticipa il suo album con il singolo “I pesci non invecchiano mai”
Lagoona, la band umbra torna con il nuovo singolo “Londra”
Alla scoperta de “I Sidèrea”, la band di Latronico che punta alle stelle.. letteralmente

Nuovo appuntamento con le nostre interviste musicali: oggi è la band Tintinnabula a passare sotto le grinfie di Giorgia per parlare del loro nuovo singolo “Mangiafuoco”.

Reduce dalla pubblicazione del nuovo singolo dal titolo Mangiafuoco, i Tintinnabula sono un’istituzione della scena rock siciliana.

La band fornisce la chiave di lettura del brano attraverso il videoclip, diretto da Salvino Martinciglio (in collaborazione con Teatro Equestre EQUUS di Giuseppe Cimarosa e TLS Service), che uscirà in contemporanea al singolo: “Ci siamo chiesti: chi è Mangiafuoco? Da dove viene? Nessuna delle risposte è stata chiarificatrice del personaggio, sia quello che lo vede protagonista in Alexej Tolstoj, che nella storia di Collodi. Coraggiosamente ci siamo spinti oltre e abbiamo immaginato Mangiafuoco come capro espiatorio di tutti i peccati, assoggettato a un deus ex machina che rende lui un burattino nelle mani di un destino crudele – racconta il regista del videoclip -. Egli è dissoluto, non per volontà ma per sorte, è quanto di peggio l’essere umano possa mettere in pratica, l’imbroglio, la menzogna, il tradimento, l’abuso sessuale, il tutto portato a termine con l’assoggettamento della vittima, con un uso della psicologia di un narcisista. Il suo compito è quello di attirare a sè le sue cavie con il sorriso, in un atto di simpatia, una carezza per poi fagocitarle in quell’antro oscuro che la sua anima nasconde.”

Ci raccontate la vostra esperienza con Don Backy?
La nostra collaborazione con Don Backy è nata per caso, dopo un nostro concerto un ragazzo della Tintinnabulandia( nomignolo dato a chi ci segue) decise di postare su Youtube un video della nostra versione dell’immensità, questo video lo vide la sorella del Don che prontamente telefono al fratello per metterlo all’attenzione di questa nostra versione, il Maestro gli piacque talmente tanto che decise di lasciare un commento dicendo che la nostra versione l’aveva stupito noi dopo essere rimasti un po’ perplessi sulla veridicità del messaggio abbiamo preso la palla al balzo e abbiamo chiesto se era disposto a fare un collaborazione con noi tanto che al 50 anniversario della scrittura dell’immensità preparammo il singolo e il video insieme, è stata una delle esperienze più formative che abbiamo mai avuto sia in campo musicale ma soprattutto umano.

Come sono nati i Tintinnabula?
Da un volantino appeso in un locale , dalla voglia di creare qualcosa che potesse unire i nostri diversi background musicali e miscelarli in uno stile ben definito, dall’istinto irrefrenabile di fare musica.

Come avete vissuto questo complicato periodo storico? E in che modo la quarantena può aver portato qualcosa di buono, artisticamente parlando?
Tutt’ora la situazione è assolutamente disastrosa, la pandemia esiste ed è un dato di fatto, ma è anche un dato di fatto che la nostra categoria insieme ad altre che sappiamo siamo stati quelli più colpiti sia a livello economico che morale in pratica non siamo tutelati da nessuno. A nostro modesto parere pensiamo che l’arte in generale sia da tutelare in qualsiasi modo e questo non è avvenuto.

La stampa locale vi sembra molto affezionata. Come vivete la Sicilia?
Si per fortuna ci vogliono bene ahahahahahah, la Sicilia è una delle isole più belle e interessanti della nostra Nazione , e in quanto tale ci auguriamo di riuscire un giorno a poterla visitare tutta tramite le nostre canzoni.

Cosa state ascoltando in questo periodo? Qualche consiglio?
Siamo 5 persone ognuno con dei propri gusti musicali, quindi gira un po’ di tutto, la cosa che ci ha sempre contraddistinto e il nostro non avere nessun tipo di paletti musicali, ascoltiamo di tutto dai Tinturia ai Metallica, da Goran Bregovich a Wardruna, dai System of a down a De andrè, Tenco, Ramstein, Korn, Califano, Mozart . Consigli ascoltate Mangiafuoco dei Tintinnabula ahahhaha ovviamente scherzo l’unico consiglio che ci sentiamo di darvi e quello di cercare di ascoltare un po’ di più le band e gli artisti siciliani, c’è davvero tanta bella roba in giro,magari le produzioni non saranno hollywoodiane ma la sostanza merita.

E ora? Quali sono i prossimi passi?
Ora che si fa? Ora si continua a lottare, cercheremo di portare sempre più avanti il nostro modo di fare e pensare musica, ovviamente l’idea è quella di far uscire prima o poi un nuovo album , abbiamo tante idee e speriamo di riuscire a concretizzare il tutto, ma nel frattempo ci accontentiamo di magari riuscire a mettere in cantiere un nuovo singolo.

#FacceCaso

Di Giorgia Groccia

COMMENTS

WORDPRESS: 0
DISQUS: 0