Tempo di lettura: 1 Minuti

Caravelle ha deciso di abbattere il suo “Muro di Berlino” con un nuovo singolo

Caravelle ha deciso di abbattere il suo “Muro di Berlino” con un nuovo singolo

Dopo gli ottimi riscontri ottenuti con "San Lorenzo", Caravelle torna con un nuovo singolo, "Muro di Berlino", in uscita oggi sabato 20 marzo. Incont

Maltattack: tutta la bellezza di una nuova edizione casalinga
Gulliver, il nuovo percorso di Giò Sada
Bermuda, fuori ora il nuovo irriverente singolo del duo Amò

Dopo gli ottimi riscontri ottenuti con “San Lorenzo”, Caravelle torna con un nuovo singolo, “Muro di Berlino”, in uscita oggi sabato 20 marzo.

Incontrarsi di nuovo, capirsi, vivere un’emozione al 100% e mettere tutto in musica. È su queste basi che poggia “Muro di Berlino”, il nuovo singolo di Caravelle disponibile da oggi su tutte le piattaforme digitali.

Il brano, prodotto da Zafa e distribuito da Artist First, è un vero e proprio flusso di sensazione lasciate libere di abbracciare, in musica, il mondo interiore dell’artista. “Devo dire che il testo è molto esplicito – racconta Caravelle – lascia poco spazio all’immaginazione. In “Muro di Berlino” emergono delle emozioni/sensazioni provate dopo essermi rivisto con una persona importante, con la quale ho trascorso parte della mia vita. Mentre ero di ritorno a casa in macchina, le emozioni sono uscite liberamente e come spesso accade nei confronti, tante idee sono venute dopo (appunto in macchina ripensavo a cosa avrei potuto rispondere, o a come avrei potuto spiegarmi meglio). In altre parole quella macchina era diventata un mix di felicità, di tristezza, di consapevolezze, di cose dette e non dette”.

Dopo gli ottimi feedback ottenuti con il precedente singolo, “San Lorenzo”, Caravelle torna quindi con un brano carico di intensità: “Ci sono molto legato affettivamente – rivela l’artista – e ha un significato per me davvero importante, perché sono comunque riuscito ad esprimere concetti che magari li per li non ho avuto la prontezza di esternare. Penso capiti a tutti di ripensare a conversazioni importanti e ‘mangiarsi le mani’ per concetti non detti o espressi male…certo non è facile racchiudere tutto in 3 minuti, però “Muro di Berlino” mi ha dato questa possibilità e gliene sono grato”.

Segui Caravelle su:

Instagram
Spotify

#FacceCaso

Di _Riccardo Zianna_ & Giorgia Groccia

COMMENTS

WORDPRESS: 0
DISQUS: 0