Tempo di lettura: 3 Minuti

Camera da fuorisede?! Qualche tips per renderla meno anonima…

Camera da fuorisede?! Qualche tips per renderla meno anonima…

Chi è stato fuorisede lo sa: la camera tipo è quasi sempre triste, spoglia e senza personalità! Ma ecco alcuni modi per arredarla senza far danni… Es

Su Twitter le menzioni escluse dai 140 caratteri
Il Regno Unito risponde ai licei brevi: ecco le lauree short
Google Maps ti porta sulla Luna con Planets

Chi è stato fuorisede lo sa: la camera tipo è quasi sempre triste, spoglia e senza personalità! Ma ecco alcuni modi per arredarla senza far danni…

Essere fuorisede è un’esperienza che ti cambia la vita e che consiglio a tutti, ma non è sempre tutto rose e fiori.
Può sembrare una banalità, ma uno dei problemi che gli studenti che vivono fuori “casa” accusano più frequentemente è di sentirsi “ospiti” nella casa in affitto.
Chi di voi è o è stato fuorisede lo sa: la camera tipo in fitto agli studenti è spoglia ed impersonale. E non è neanche sempre è possibile fare fori alle pareti.

Quindi, come fare per rendere la propria camera più accogliente? Ecco a voi alcune tips, tutte sperimentate!!

Prima cosa: mollate trapano, patafix, chiodi… TUTTO.
La soluzione a tutti i problemi di fissaggio è lo scotch-carta: non macchia, non serve fare buchi, non stacca “pezzi di muro” e regge discretamente. Una pecca? La sua resistenza è bassa, quindi non può essere usato per quadri o cose pesanti. Ma ecco come potete fare…

La verità è che non servono i quadri: potete comprare delle stampe senza cornice su Desenio (o su altri siti simili). Ci sono varie dimensioni e format, oltre che una gamma di scelta pressoché infinita. Si può spaziare dalle mappe di varie città a frasi motivazionali o foto di sfilate di moda, ce n’è davvero per tutti i gusti. Basterà attaccare due o tre poster per rendere la vostra stanza decisamente più confortevole.

Per combattere la nostalgia servono le foto. Nulla ci fa sentire più a casa come i ricordi con le persone che amiamo: su app come photosi, lalalab e cheerz potrete stampare le vostre memories. Se non sapete come disporle in camera utilizzate pinterest prima di ordinarle: troverete diverse composizioni fotografiche d’ispirazione per il vostro ordine. In pochi giorni le vostre foto vi saranno consegnate e saranno pronte per essere disposte al muro!

Fate un giro da TIGER!! Probabilmente spenderete cinquanta euro in cose che non userete mai… ma saranno carinissime!! Nella famosa catena danese troverete sicuramente dei piccoli oggettini da mettere sulla scrivania o sul comodino, come dei mini-cactus o delle lampade con forme strane. Se state attenti, non servirà neanche spendere un patrimonio!

Insomma, con una piccola spesa e un po’ di sforzo artistico la vostra camera diverrà super accogliente e pronta a rendere più piacevole la vostra casa da fuorisede…

Ecco, ora potete ringraziarmi.

#FacceCaso

Di Martina Borrello

COMMENTS

WORDPRESS: 0
DISQUS: 0