Tempo di lettura: 2 Minuti

Statua di Greta Thumberg davanti all’Università, ma gli studenti si infuriano

Statua di Greta Thumberg davanti all’Università, ma gli studenti si infuriano

L’Università di Winchester, nel Regno Unito, ha deciso di ospitare l’installazione “Make The Difference”, una statua di bronzo raffigurante l’eroina d

Cambiamenti climatici: vi presentiamo il progetto “Mahres”
Greta Thunberg affronta l’Atlantico
Sapienza per lo sviluppo sostenibile

L’Università di Winchester, nel Regno Unito, ha deciso di ospitare l’installazione “Make The Difference”, una statua di bronzo raffigurante l’eroina dei Fridays For Future, ma il comitato studentesco ha denunciato il costo elevato dell’operazione.

È tutto vero Giovany! Un’università in Inghilterra, precisamente quella di Winchester, ha fatto erigere una statua a grandezza naturale di Greta Thumberg, la giovanissima attivista svedese per il clima, fondatrice del movimento Fridays For Future.

Ammirevole, direte voi. La statua si trova proprio davanti allo stabile più “green” dell’Università, dotato di pannelli solari e recupero di acqua piovana. L’università ha deciso infatti di costruirla per mostrare tutto il suo impegno a favore della sostenibilità e della giustizia sociale e in vista della Cop26, il summit per il cambiamento climatico che si svolgerà proprio quest’anno in Scozia.

Eppure molti studenti dell’Università hanno espresso il loro disappunto, tramite la rappresentante del corpo studentesco Megan Ball. Sono state infatti destinate alla realizzazione del monumento il corrispondente in sterline di circa 28 mila euro. Ball ha dichiarato alla BBC che, nonostante la maggior parte degli studenti ammiri la Thumberg e condivida i suoi stessi ideali, nell’anno della pandemia molti di loro si sono trovati a fronteggiare gravi difficoltà economiche, a dover seguire le lezioni in streaming e svariati altri problemi. Per questo ci sarebbe davvero bisogno di sostegno economico destinato a loro da parte dell’Università e i Giovany pretendono che la stessa somma destinata alla costruzione della statua possa essere versata per servizi di supporto agli studenti.

I vertici dell’Università si sono difesi affermando che i fondi utilizzati per l’opera erano destinati a quello scopo già da diversi anni (la decisione di costruirla era stata presa nel 2019) e che è stata finanziata senza intaccare minimamente le casse dell’ateneo, con soldi che non potevano avere nessun altro impiego.

#FacceCaso

Di Beatrice Offidani

COMMENTS

WORDPRESS: 0
DISQUS: 0