Tempo di lettura: 1 Minuti

FacceSapè: ecco la nostra intervista per il nuovo singolo di Blumosso

FacceSapè: ecco la nostra intervista per il nuovo singolo di Blumosso

Nuovo appuntamento con le nostre interviste musicali: oggi è Blumosso a passare sotto le grinfie di Giorgia per parlare del nuovo singolo "Va Beh". I

Medico artificiale e cannabis terapeutica al TG USA versione E.R.
L’Università di Firenze nella ‘top three’ della ricerca
Burger King ci ricorda che oltre Pasqua oggi è pesce d’Aprile

Nuovo appuntamento con le nostre interviste musicali: oggi è Blumosso a passare sotto le grinfie di Giorgia per parlare del nuovo singolo “Va Beh”.

In occasione dell’uscita del suo nuovo singolo “Va Beh” e in previsione di un trittico, “Di questo e d’altri amori”, che farà parlare di lui, abbiamo fatto quattro chiacchiere con Blumosso, ormai noto musicista e scrittore pugliese della scena underground nazionale:

“Vabeh” è il tuo ultimo singolo, ti va di raccontarcelo?
“Vabeh” è una canzone particolare. Unica nella mia discografia. Volevo palesemente ricreare un’atmosfera battistiana; del Battisti che piace a me: quello del disco “Una donna per amico” – poi sicuramente il risultato sarà stato diverso (e meno male, perché l’ispirazione è proprio questo: un’eco); matrice chiaramente battistiana, quindi (lo dico senza vergogna perché tanto ormai la musica contemporanea – dalla Superlega al dilettantismo gonfio di ego – è tutto un continuo richiamo sincero ad altro o un copia copia mal o ben riuscito a seconda dei casi). “Vabeh” non è solo una canzone d’amore… è anche una parola detta a tutti quelli che restano prigionieri di un’immagine, di uno stile; che gli vuoi dire? VABEH…

Cosa puoi anticiparci sul tuo prossimo EP che ci stai facendo ascoltare pian piano?
In realtà sono solo tre canzoni che parlano del sentimento che ci porta a voler o all’aver voluto bene a qualcuno. Ho voluto legarle tra loro in una triade perché ho bisogno, in questo periodo di caos totale, di mantenere sempre un mio certo ordine, in me e in quello che faccio.

C’è una differenza tra Blumosso scrittore e quello di cantante e musicista?
Probabilmente il mio io scrittore è meno sentimentalista e più cinico del Blumosso musicista.

Questo è un portale per gli studenti quindi non possiamo fare a meno di chiederti qual è stato il tuo percorso scolastico e se nel caso potessi tornare indietro se ci sono scelte che non rifaresti!
Sono stato un bravo studente. Mi piaceva documentarmi e conoscere. Esattamente come mi è piaciuto e non mi pento di aver bruciato il libro di matematica in secondo superiore, a fine anno.
Una scelta che non rifarei è studiare lingue all’università. Per carità, ognuno poi riesce a esprimersi nell’habitat a sé più consono. Ma credo che la facoltà di lingue possa essere ben sostituta dal sistema delle certificazioni europee. Questo lo dico solo in base alla mia esperienza, probabilmente mi sbaglio.

A questo punto non possiamo che chiederti quanto dovremo aspettare per vedere completato l’EP!
A settembre esce l’ultimo dei tre brani. Si intitola “TG”.

#FacceCaso

Di Giorgia Groccia

COMMENTS

WORDPRESS: 0
DISQUS: 0