Tempo di lettura: 3 Minuti

Open-day per i vaccini ai giovany: c’è speranza anche per noi!!

Open-day per i vaccini ai giovany: c’è speranza anche per noi!!

Dopo le categorie più a rischio, sta iniziando la campagna vaccinale dedicata i giovani: questo weekend si è tenuto il primo open-day. Sembra di vede

Nuova challenge su Tik Tok: positivo al Coronavirus? Prova a riconoscere i cibi!
DaD, ecco chi l’ha immaginata e ora sta rivoluzionando la scuola
Niente esami di terza media quest’anno. L’ha detto la Ministra Azzolina

Dopo le categorie più a rischio, sta iniziando la campagna vaccinale dedicata i giovani: questo weekend si è tenuto il primo open-day.

Sembra di vedere la luce in fondo al tunnel. Addio lockdown, bar e ristoranti aperti, il settore del turismo che rinasce, il coprifuoco alle 23.00 (e in via di eliminazione) e infine… gli open-day vaccinali ai giovany!
Non è una fake news, è solo ciò che sta accadendo negli ultimi giorni. La campagna vaccinale in alcune regioni procede alla grande e si sta iniziando a proteggere anche la categoria degli over 18, fino ad oggi spesso trascurata.

I ragazzi possono tornare a vivere, sempre con le dovute precauzioni, grazie agli open-day vaccinali organizzati dalle varie ASL di riferimento in tutta Italia. I vaccini utilizzati per questa fase sono l’Astrazeneca – ormai in uso in Italia da diversi mesi – e il “nuovo arrivato” vaccino monodose prodotto da J&J.

Prenotarsi per accedere al privilegio del vaccino non è ancora facilissimo: le dosi sono poche rispetto alle persone. Emblematico è il caso di Napoli, dove il sold out delle dosi di qualche weekend fa si è avuto dopo meno di due ore dall’apertura del form per prenotarsi.

Napoli si distingue tra le varie città proprio per l’attenzione ai giovanissimi: così come nel Lazio, in Campania sono gli over 18 i veri protagonisti degli open-day dedicati ai vaccini. I ragazzi, a differenza dei loro genitori e di persone più adulte che non si sono presentate alla convocazione, rispondono ottimamente alla chiamata dimostrando forte senso civico e una gran voglia di tornare alla vita di prima.

In attesa di nuovi approvvigionamenti di dosi, possiamo solo sperare che le regioni inizino a porre più attenzione ai giovani e che prendano esempio dalla brillante organizzazione della sanità Campana.

#FacceCaso

Di Martina Borrello

COMMENTS

WORDPRESS: 0
DISQUS: 0