Tempo di lettura: 2 Minuti

FacceSapè: ecco la nostra intervista per il nuovo singolo di Virginia Veronesi

FacceSapè: ecco la nostra intervista per il nuovo singolo di Virginia Veronesi

Nuovo appuntamento con le interviste musicali: oggi è Virginia Veronesi a passare sotto le grinfie della nostra redazione per parlare del nuovo singol

Rènico sta vivendo il suo “Cinquecento” e noi ci siamo fatti 4 chiacchiere con lui
FacceCaso su RTL102.5 #VIARADIO: puntata del 30/06/2020
Luminarie accese in strada, ed è subito karaoke a cielo aperto!

Nuovo appuntamento con le interviste musicali: oggi è Virginia Veronesi a passare sotto le grinfie della nostra redazione per parlare del nuovo singolo.

Dal 17 settembre è disponibile in rotazione radiofonica e sulle piattaforme di streaming “Dove non manca niente”, il nuovo singolo di Virginia Veronesi.

“Dove non manca niente” è un brano ritmico e incalzante che adegua i passi di chi lo ascolta al viaggio della canzone. Le strofe – più liquide – permettono di immergersi nelle pieghe del testo e in quel luogo dove non basta nient’altro che l’amore, stare bene. Il significato del testo è stratificato e può essere letto in diversi modi, ma ciò che emerge in modo inconfondibile è la condizione comune degli esseri umani fatta di fragilità e ricerca spasmodica che a volte fa perdere le tracce di ciò che davvero ha valore: riconoscersi per non sentirsi soli.

Ecco cosa ci ha raccontato!

Di cosa parla il singolo Dove non manca niente?
Parla di un viaggio all’interno delle proprie fragilità, che sembrano individuali ma alla fine fanno parte di tutti noi. E per accorgersene non si deve aver paura di parlare con gli altri, di riconoscersi nell’altro per poter trovare un luogo dove si sta bene così come siamo: dove non manca niente.

Ti ricordi ancora la prima canzone che hai scritto? Com’era?
Era una canzone che parlava di due amici che erano guide e soccorso alpino. Hanno dedicato la vita agli altri e qualche anno fa, l’hanno persa. E’ stato il mio modo di ricordarli, una sorta di poesia in loro onore. Ma è più bello il ricordo della canzone che ne è uscita e la conservo per me.

Cosa ti ha spinto a iniziare questo percorso?
Non sono mai stata una costante nelle cose, a parte con la musica. Fin da quando ero bambina mi ha accompagnato e nonostante abbia provato ad allontanarla per un periodo, lei torna sempre. E’ una compagna fedele.

Dove non manca niente è una canzone che è anche una canzone triste?
E’ una canzone riflessiva ed energica, incoraggiante secondo me.

Questo è un sito dedicato agli studenti, quindi non possiamo lasciarti andare senza chiederti qualcosa in più sul tuo percorso scolastico?
Più delle materie scolastiche – ho fatto lo Scientifico – ricordo con divertimento e gioia i numerosi amici che ho incontrato, i professori illuminanti che sapevano farmi tornare a casa non con i compiti ma con delle riflessioni e le battaglie che ho portato avanti insieme ad altri ragazzi per le ingiustizie che vedevo e che non riuscivo ad accettare. E’ stata una bella formazione per il mio carattere…

#FacceCaso

Di Giorgia Groccia

COMMENTS

WORDPRESS: 0
DISQUS: 0