Tempo di lettura: 2 Minuti

FacceSapè: ecco la nostra intervista per il nuovo singolo di Sergio Melone

FacceSapè: ecco la nostra intervista per il nuovo singolo di Sergio Melone

Nuovo appuntamento con le nostre interviste musicali: oggi è Sergio Melone a passare sotto le grinfie della nostra redazione per parlare del nuovo sin

Ginnasio ha impresso la sua estate nel nuovo singolo “Zanzare”
Dopo il successo di “Ti volevo dire”, i Sierra tornano con “Fidare”
Tash è tornato con il suo nuovo singolo: dal 19 Luglio è fuori “A Pezzi”

Nuovo appuntamento con le nostre interviste musicali: oggi è Sergio Melone a passare sotto le grinfie della nostra redazione per parlare del nuovo singolo.

È uscito venerdì 27 gennaio 2023 il singolo di debutto di Sergio Melone, dal titolo “With me”. Un brano che mette a nudo il cantautore (già noto per il suo fortunato percorso come attore e ballerino) che racconta di come i fantasmi del passato possano farci sfuggire delle grandi occasioni. Con questo primo capitolo autobiografico, Sergio Melone si impone nella scena musicale indipendente senza filtri, con un pezzo intimo, diretto (e anche un po’ sfacciato) dedicato agli ultimi romantici, a chi combatte con i rimpianti e a chi, nonostante tutto, torna ad esporsi.

Abbiamo voluto approfondire tutto con lui, come sempre partendo dal suo percorso scolastico!

Questo è un sito dedicato agli studenti, quindi non possiamo che iniziare col chiederti qualcosa sul tuo percorso scolastico. Com’è andata?
Ma certo! Il mio percorso scolastico è un po’ambiguo. Sono laureato in Lingue, Letterature, Culture e Traduzione Inglese e Francese presso la Sapienza di Roma (ho conseguito la triennale mentre ero sul set); poi ho un Master’s Degree in Marketing con major in Digital Marketing e successivamente mi sono dedicato al mondo aziendale per un paio d’anni come responsabile di comunicazione e Marketing. Ora, come se non bastasse, sono tornato in Sapienza per la laurea magistrale in English and Anglo-american Studies. Sono al secondo anno. Sì non so stare con le mani in mano.

E con lo studio della musica che tipo di rapporto hai? Pensi che si possa fare musica anche senza studiarla?
Ho studiato musica, canto, pianoforte complementare e chitarra acustica. Sin da quando avevo 17 anni, ho sempre frequentato scuole di musica. Si può sicuramente fare musica senza studiarla. Il 90% degli artisti in classifica non sa cos’è una scala minore armonica o una sostituzione di tritono. Però, ecco, io sono del parere che se vuoi intraprendere un mestiere, devi padroneggiare tutto con un minimo di conoscenza di quello che vai a fare. La penso così, forse, perché di base nasco come ballerino classico. E la danza classica ti insegna questo.

Sei riuscito a far avere questo pezzo anche alla persona a cui è dedicato? Com’è andata poi?
No, nel senso che l’ho solo pubblicato sulle piattaforme musicali e sui miei profili social. Ne abbiamo parlato una volta e credo che in realtà non abbia apprezzato molto. Ci siamo detti addio per sempre perché ormai questa persona ha intrapreso un’altra relazione e credo che sia per sempre purtroppo! Però sono del parere che la musica ci salva sempre. E sono fiero del mio brano, del processo di songwriting e del risultato finale. Ci sarà sicuramente una storia d’amore più grande per me all’orizzonte. E forse una persona migliore. Che mi dia la possibilità di parlare a quattr’occhi e non tramite un display.

Cos’hai imparato sinora dell’essere un songwriter indipendente? C’è qualcosa di cui non ti piace occuparti?
Sì, insomma, non è affatto facile. Avere un management che fa tutto per te è fantastico. Però sono anche del parere che necessità fa virtù, perciò ho dovuto pensare veramente a tutto io. E lo sto ancora facendo, perché sono nel bel mezzo della fase promozionale. Ma non mi pesa. Sono sempre stato autosufficiente.

Programmi per il resto del 2023?
Altra musica. Altra musica. Altra musica. E sconfiggere i fantasmi del mio passato. Ci sarebbe una piccola novità musicale già pronta… ma purtroppo non posso dire ancora nulla sennò mi fanno una multa che me la ricordo.

#FacceCaso

COMMENTS

WORDPRESS: 0
DISQUS: 0