Tempo di lettura: 3 Minuti

Hiv: il test fai-da-te sbarca in farmacia

Obiettivo: diminuire il contagio della malattia. Semplicemente una trovata geniale. #FacceCaso. Non servirà la ricetta del medico, costerà 20€ e sarà

Incontrarsi attraverso gli odi in comune: Hater, l’app antitesi di Tinder
Nintendo Labo, un kit da impazzire
Napoleone ha deciso di portarci ad Amalfi in questa bella intervista

Obiettivo: diminuire il contagio della malattia. Semplicemente una trovata geniale. #FacceCaso.

Non servirà la ricetta del medico, costerà 20€ e sarà disponibile in tutte le farmacie d’Italia a partire dal 1 dicembre.

Sto parlando del test diagnostico per l’Hiv che permette di fare l’analisi a casa propria.
L’attendibilità nella rilevazione dell’infezione è vicina al 100%, ciò non toglie che prima di intervenire terapeuticamente, sarà comunque necessario confermare la diagnosi con le analisi di laboratorio.

L’idea del test fai-da-te nasce dall’esigenza di limitare la diffusione della malattia a causa delle persone che ne sono affette e non lo sanno. In Italia se ne contano tra le 6.000 e le 18.000. L’autotest  è raccomandato “come modo innovativo per raggiungere più persone infettate e contribuire a realizzare l’obiettivo mondiale, lanciato nel 2014, di rendere consapevole del loro stato il 90% di tutte le persone con Hiv entro il 2020” ha dichiarato l’Oms. Semplicemente una trovata geniale. #FacceCaso.

Di Francesca Romana Veriani

COMMENTS

WORDPRESS: 0
DISQUS: 0