Tempo di lettura: 1 Minuti

Hikkimori: vivere in una scatola

Hikkimori: vivere in una scatola

(Forse) Non lo sai ma devi saperlo. #FacceCaso.  Hikikimori è un termine che tradotto letteralmente dal giapponese significa “Stare in disparte” e co

“NOI SIAMO PRONTI. CI RUBANO IL TEMPO: RIPRENDIAMOCELO!”
MIT, Harvard e Leslie. Regna Cambridge al TG USA 2.0
L’Università Statale di Milano taglia sei milioni di tasse

(Forse) Non lo sai ma devi saperlo. #FacceCaso. 

Hikikimori è un termine che tradotto letteralmente dal giapponese significa “Stare in disparte” e coinvolge circa 500.000 tra ragazzi (in numero maggiore) e ragazze (purtroppo questo numero è in crescita).

Come è comprensibile dalla traduzione letterale i ragazzi vittime di questo fenomeno decidono di isolarsi dalla società vivendo per mesi e nei casi peggiori per anni nelle proprie stanze interrompendo qualunque tipo di legame esterno.

Sono in molti a fare chiarezza sulle motivazioni e sullo sviluppo del fenomeno, Maïa Fansten sociologa francese ha pensato di classificare le motivazioni che possano spingere un adolescente (sono gli individui maggiormente colpiti) a tagliare rapporti con l’esterno:

  • Un modo per ribellarsi alla società vista come entità opprimente
  • Reazione a grandi difficoltà familiari come la perdita di un genitore o ad eventi considerabili traumatici in altre sfere come quella scolastica 
  • Viene chiamato “Ritiro dimissionario” quando si vede nel tagliare rapporti la soluzione per fuggire dalle pressioni sociali che impongono una realizzazione dell’individuo. La soluzione è quindi non continuare la carriera scolastica rifiutando di intraprendere qualunque altro percorso.
  • Il “Ritiro a crisalide” è invece lo sfuggire dalle responsabilità che progressivamente prendono parte della nostra vita crescendo, isolandosi si evita il progredire di queste responsabilità non avendo il modo i esercitarle. 

Molto spesso la dipendenza da internet viene vista come prima causa di isolamento, in realtà molti degli individui che decidono di isolarsi non usano internet proprio per allontanarsi definitivamente da quello da cui sono scappati, aspetti della vita come ad esempio il raggiungimento di obbiettivi che su internet molto spesso sono amplificati rispetto alla realtà.

In altri casi la dipendenza da internet è una conseguenza del non potersi interfacciare in altro modo con altre persone non avendo la volontà di vederle fisicamente.

Fino a qualche ora fa io non sapevo cosa significasse HIKIKIMORI e se me lo avessero chiesto avrei risposto che era una spezia o una marca di saponi da bagno, credo che sapere in che cosa consista questo fenomeno sia il primo passo per aiutare le persone coinvolte, la sensibilizzazione è alla base della risoluzione.

Quindi, #Faccecaso. 

Di Claudia Biasci 

COMMENTS

WORDPRESS: 0
DISQUS: 0