Tempo di lettura: 1 Minuti

L’ennesimo free drink, mai banale, raccontato in un nuovo video

Il giovane artista L'ennesimo ha pubblicato il video ufficiale del suo nuovo singolo, Free Drink. Un immaginario suggestivo a cui devi fare caso. La

Caltanissetta? Parlano gli studenti!
La classifica dei Social Network e dei loro disagi, Instagram al primo posto
Cinque film sui giovani: le nuove uscite

Il giovane artista L’ennesimo ha pubblicato il video ufficiale del suo nuovo singolo, Free Drink. Un immaginario suggestivo a cui devi fare caso.

La Lumaca Dischi presenta il videoclip di Free Drink, interamente autoprodotto da L’ennesimo. Free Drink è il secondo singolo che va ad anticipare il primo album del poliedrico talento calabrese, in uscita entro il 2020.

La strada, il viaggio, il lavoro sottopagato, la musica: questi sono gli elementi che compongono lo spirito del mio nuovo disco. Nel videoclip di “Free Drink” ci sono scene di vita vissuta riprese in giro per il mondo, dall’oceano d’Irlanda e le feste Berlinesi fino al lavoro sottopagato del Sud Italia, quello dei primi tempi de “L’ennesimo”.

“Il montaggio della prima parte del videoclip rappresenta un passaggio, racconta quello che ero prima (io cameriere incastrato in quella situazione che mi faceva stare male ) e quello che sono ora (l’aereo, il viaggio e tutto quello che mi ha portato qui). Quando canto parlo di esperienze realmente accadute, come tutto il disco che verrà. La parte finale, quella delle rondini, è un bisogno non detto di libertà, la voglia di far parte di quella meravigliosa incognita che è il mondo, toltaci brutalmente nei mesi scorsi. Quello nel video è il tetto di casa mia, era il secondo mese di quarantena, ero andato a salutare la primavera”.

La genesi del singolo Free Drink è una storia che nasce nelle terre irlandesi:

”Sintetizzatori lunghi come strade, bassi distorti, una batteria frenetica che esplode all’inizio del brano per poi lasciarci e riprenderci, avanti e indietro, in modo sincopato e deciso. ‘Welcome to Ireland’ mi disse Mike quando mi regalò quella chitarra mezza rotta con cui scrissi le parti della demo di Free Drink. Il giorno prima parlammo e gli dissi che mi mancavano i miei strumenti musicali rimasti in Italia e che senza chitarra mi sentivo perso.
Si presentò la mattina seguente con questo regalo unico, simbolico, che adesso porterò per sempre dentro questo disco. La chitarra che si ascolta nel brano è quella che registrai nel provino iniziale con il mic del cellulare. Decidemmo di tenerla in fase di produzione per il significato che dava alla canzone”.

CREDITS VIDEO

Montaggio e riprese: L’ennesimo

CREDITS BRANO

Registrato presso Studio Monnalisa (Milano)
Mix: Federico Carillo
Testi a cura di Paolo Pasqua
Musiche e arrangiamenti a cura di Paolo Pasqua
Batterie di Andrea Diverso
Direzione artistica a cura di Paolo Pasqua e Federico Carillo
Artwork: Ocular

#FacceCaso

COMMENTS

WORDPRESS: 0
DISQUS: 0