Tempo di lettura: 1 Minuti

Picopix, il proiettore da infilare in tasca

Sono piccoli e leggeri, capaci di proiettare fino a 150 pollici. Ovviamente perfetti per smartphone e tablet. Sarà l’ennesima mazzata alle televisioni

Challenge4me, la rehab social che serve agli studenti
Brunori Sa(s): l’altra faccia dei giovani
L’Università La Sapienza di Roma offre assistenza sanitaria ai propri studenti

Sono piccoli e leggeri, capaci di proiettare fino a 150 pollici. Ovviamente perfetti per smartphone e tablet.

Sarà l’ennesima mazzata alle televisioni? Forse non del tutto, ma un contraccolpo ci potrà essere. Picopix è un proiettore, ma non di quelli ingombranti e costosi, che solo in pochi possono tenere in soggiorno, collegare a una tv o computer e proiettare verso un telo o quant’altro. Picopix è più di questo, anzi, meno di questo per dimensioni, visto che si tratta del proiettore che si fa mignon, così piccolo da essere tascabile, ma allo stesso tempo tanto potente da garantire una proiezione fino a 150 pollici.

Lanciato dalla Philips, si chiama PicoPix PPX3417 Wireless, 105 x 105 x 31.5 millimetri per 270 grammi, garantisce connessioni HDMI e mini USB, l’ingresso SD e lo Screen Mirroring per inviare senza fili i contenuti di smartphone, tablet e computer . Il prezzo, già disponibile sul sito, è di 399,99 euro, non poco, ma neanche sopra gli standard, per un prodotto che possiamo immaginare possa mandare in soffitta i concorrenti più massicci, oltre ad aprire la porta alle proiezioni da cellulare.

Di Umberto Scifoni

COMMENTS

WORDPRESS: 0
DISQUS: 0