Tempo di lettura: 2 Minuti

Programmi elettorali sulla scuola: cosa c’è da sapere

Programmi elettorali sulla scuola: cosa c’è da sapere

Arrivano i programmi elettorali sulla scuola, e anche qualche idea sull'università e ricerca. Vediamo quali sono le proposte dei partiti maggiori. Qu

Primo soccorso a scuola. Tu sai fare il massaggio cardiaco?
Palermo, negare la Shoah…ma come se fa?
Advancing Young Professionals: JP Morgan per la scuola

Arrivano i programmi elettorali sulla scuola, e anche qualche idea sull’università e ricerca. Vediamo quali sono le proposte dei partiti maggiori.

Qualche tempo fa vi avevamo detto di come i programmi elettorali presentati dai partiti fino a quel momento fossero senza proposte dirette ai giovani (se non ve lo ricordate, guardate qui).

Bene, quasi all’inizio della campagna elettorale arrivano le vere proposte sulla fascia più difficile, almeno da accontentare: noi.

Partendo dal centrodestra si parla di meritocrazia, di innovazione ma anche di abolizione dell’essere precari e il rilancio dell’università. Tutto molto bello, ma il collegamento lavoro – scuola dove lo lasciamo? C’è da dire che la parola meritocrazia fa sempre scena.

Andiamo al Partito Democratico che continua sulla riforma de La Buona Scuola che verrà leggermente modificata perché abbiamo visto che i risultati vogliono essere buoni ma non sono proprio dei migliori. Qui si parla di scuola, ma dove siamo noi? Siamo nell’idea di creare dei canali di professioni nei livelli degli istituti tecnici e degli istituti tecnici superiori.

Il MoVimento 5 Stelle ha sicuramente il programma che piace di più. Abolire La Buona Scuola, avere un bonus per i docenti, aumentare le borse di studio all’università e aumentare i fondi per gli atenei. Stupendo, bellissimo, ma i soldi?

Ultimo, ma non per importanza in questi giorni, è il nuovo Liberi e Uguali che spiazza tutti con la proposta tanto dibattuta sull’abolizione delle tasse universitarie (indovinate un po’, guardate qui). Anche loro vogliono cancellare La Buona Scuola.
Su questa cosa delle tasse universitarie se ne è parlato molto, non trovate?

Un piccolo passo dei partiti un grande passo per la scuola e l’università? Può essere. E leggere i programmi di tutte le forze maggiori potrebbe essere un modo per spostare l’ago della bilancia, o per convincersi che andare a votare è necessario. Quindi io andrò a leggerli perché mi sembrano un po’ vuoti, non trovate?

#FacceCaso

Di Benedetta Erasmo

COMMENTS

WORDPRESS: 0
DISQUS: 0