Tempo di lettura: 3 Minuti

Genova: Intelligence e Università insieme per crescere

Il mondo della Cyber sicurezza punta tutto sui giovani studenti italiani. Siete cresciuti con 007 come vostro pane quotidiano? Avete sempre sognato ad

Management & Computer Science : il nuovo corso di laurea della Luiss
L’ Australia e le sue tasse universitarie
A Milano la rivoluzione scolastica

Il mondo della Cyber sicurezza punta tutto sui giovani studenti italiani.

Siete cresciuti con 007 come vostro pane quotidiano? Avete sempre sognato ad occhi aperti una carriera nell’intelligence a servizio della sicurezza di questo paese?
Bene, potrebbe essere arrivato il vostro momento, ma un avvertimento

È in corso infatti il nuovo progetto dell’Intelligence live che dal 2013 ha coinvolto più di 5000 studenti di diversi atenei italiani con lo scopo di mostrare una volta per tutte il vero volto di questo mestiere.

Si vuole sfatare  una volta per tutte i falsi miti su spionaggio e servizi segreti ma soprattutto “il mito di James Bond e di una vita divisa fra sparatorie e inseguimenti”.

“Abbiamo bisogno di ricercatori di alto livello per capire fenomeni sempre più complessi, prevenendo le minacce sul campo e migliorando la cultura della sicurezza” -ha ribadito con fermezza Alessandro Pensa, direttore del Dis- Il mondo della ricerca è un partner determinante per stare al passo e rinnovare le nostre competenze tanto che abbiamo già formato una rete che riunisce 500 professori di 34 università”.

Sono già attivi nell’ateneo genovese master di secondo livello specializzati in “Cyber security e data protection” con lo scopo di formare giovani lavoratori in grado di affrontare le nuove sfide tecnologiche e culturali della nostra epoca.
Uno sviluppo, quello nel mondo dell’intelligence, sempre più necessario per garantire la nostra sicurezza, e allora ecco un consiglio agli aspiranti futuri professionisti in questo settore:

“Mente aperta, servono persone eccellenti è tecnicamente preparate, che abbiamo molta passione per il loro mestiere”.

Questa volta il signor Bond dovrà tornare sui libri!

Di Laura Messedaglia

COMMENTS

WORDPRESS: 0
DISQUS: 0