Tempo di lettura: 2 Minuti

Salvini riforma la scuola (?)

Salvini riforma la scuola (?)

Ecco il programma del leader leghista Salvini riguardante i luoghi dell'istruzione. Tutti i pro e i contri di quello che potrebbe essere uomo chiave d

Vincere 4.000 euro grazie ad un video? Non perderti l’occasione di provare!
Mata lancia l’appello: l’1% dell’ingaggio dei calciatori in beneficenza
L’Europa inizia a Lampedusa

Ecco il programma del leader leghista Salvini riguardante i luoghi dell’istruzione. Tutti i pro e i contri di quello che potrebbe essere uomo chiave del prossimo governo.

“Pronti a riformare la scuola e ad abolire la Legge Fornero.” Tuona così Matteo Salvini, segretario della Lega, in un post su Facebook, in cui si dice pronto per mantenere tutte le promesse fatte in campagna elettorale.
Ma oltre a proclami e concetti astratti, su cosa si basa il piano del leader del “carroccio”? Innanzitutto, è pronto un cambiamento drastico per il percorso scolastico di uno studente, ovvero l’unione di elementari e medie in un unico ciclo. ( Anche se, a dir la verità, non sembra l’esigenza più urgente…).

Inoltre, cambierebbe anche il modo di gestire queste nuove classi: infatti verrà introdotto il “maestro e professore prevalente”, una figura che insegnerebbe ben 4 materie ( italiano, storia, geografia, e a sorpresa scienza ) affiancato dai colleghi delle altre discipline ( e anche qui sembrerebbe abbastanza un tentativo di “damnatio memoriae” di chi l’ha preceduto, perché i veri problemi che affliggono la scuola non sono certo questi ) .

Cosa che invece sarebbe importante da ottenere, ed è inserita nel programma della Lega, è il riavvicinamento dei docenti al loro territorio, secondo il principio della “continuità didattica per continuità affettiva” .

Ora come ora, lo stipendio dei docenti è troppo basso per gestire affitti e trasferte lontano da casa.
In aggiunta, ci sarebbe anche l’introduzione dei “concorsi con domicilio professionale” , in cui ogni candidato orienterà le proprie preferenze sul dovete voler insegnare; lo scopo è incentivare ogni docente a dare il meglio per essere collocato nella propria terra natia. Ma anche qui, è implicito che un insegnante voglia lavorare nei pressi del proprio luogo di nascita. Non è ne sia una vera e propria riforma…

E infine, il segretario della Lega avrebbe firmato un accordo con Lombardia, Veneto, ed Emilia-Romagna, per garantire loro più potere nella gestione dell’organizzazione.
Come detto prima, il secondo obiettivo è di abolire la legge Fornero, la famosa legge Fornero. Tanto nominata in campagna elettorale, ma di cosa tratta esattamente? Inserita dal governo Monti nel 2011, ha come punti fondamentali i seguenti: a grandi linee, prima di tutto la pensione viene calcolata in base ai versamenti effettuati dal lavoratore, e poi vi è un aumento dell’età pensionabile per uomini e donne a 66 anni, in funzione di un allungamento di una speranza di vita.

Dunque, adesso che sapete la ricetta di Salvini per cambiare il mondo scolastico e lavorativo italiano, siete pro o contro al suo piano?

#FacceCaso

Di Emanuele Caviglia

COMMENTS

WORDPRESS: 0
DISQUS: 0