Tempo di lettura: 1 Minuti

Anelli commestibili: il primo passo per saltare la vita degli animali marini

La Saltwater Brewery ha progettato un imballaggio biodegradabile al 100% per porre fine allo sterminio di animali causato dall'inquinamento della plas

Sapienza: appuntamenti da lunedì 4 a domenica 10 febbraio
Makoko Floating School: una scuola galleggiante
Controcorrente, il progetto per salvare le nostre acque. L’intervista di FacceCaso!

La Saltwater Brewery ha progettato un imballaggio biodegradabile al 100% per porre fine allo sterminio di animali causato dall’inquinamento della plastica.

Ogni anno gli anelli di plastica che tengono unite le lattine di birra causano la morte di migliaia di animali marini.

Da un rapporto pubblicato sulla rivista PNAS, emerge che il 90% degli uccelli marini hanno mangiato plastica. Secondo gli studiosi, entro il 2050, ogni uccello marino morto avrà plastica nello stomaco. Non sono solo gli uccelli a risentire di questo tipo di inquinamento: la plastica è inoltre l’elemento più comune ingerito dalle tartarughe marine nel 2015.

I 561.895 volontari arruolati dall’Ocean Conservancy’s 2015 Ocean Trash Index hanno trovato 57 mammiferi marini, 440 pesci e 22 esemplari tra squali e razze incastrati nella plastica ed hanno raccolto la bellezza di 16.186.759 chili di spazzatura.

Per porre fine a questo massacro la Saltwater Brewery, un’azienda di birra artigianale a Delray Beach, Florida ha avuto un’idea geniale: degli anelli per tenere unite le birre commestibili. Gli animali invece che rimanere feriti, potranno mangiarli.

L’imballaggio è biodegradabile al 100% ed è costituito dai sottoprodotti della birra come orzo e grano. L’unico inconveniente è il costo di produzione più elevato. La società spera che i clienti siano disposti a pagare un po’ di più per aiutare gli animali e l’ambiente. Certo è che se più aziende investissero negli anelli commestibili il prezzo di produzione scenderebbe e in questo modo si potrebbe salvare la vita degli animali marini.

Di Francesca Romana Veriani

COMMENTS

WORDPRESS: 0
DISQUS: 0