La Puglia premia di tasca sua i vincitori della borsa di studio

La Puglia premia di tasca sua i vincitori della borsa di studio

Il Governo non eroga il denaro, la Regione anticipa tutto. Di Ludovica Gentili Come il Marchese del Grillo con la sua munificenza lanciava monete a pr

Quante borse di studio universitarie vengono realmente pagate in Italia dallo stato?
In Puglia c’è ancora chi aspetta la borsa di studio
Aumentano i fondi per le borse di dottorato

Il Governo non eroga il denaro, la Regione anticipa tutto.

Di Ludovica Gentili

Come il Marchese del Grillo con la sua munificenza lanciava monete a profusione,

anche la Puglia si lascia andare a gesti di grandiosa generosità, anticipando a tutti gli studenti le borse di studio vinte, senza aver ancora ricevuto dal governo i soldi.

Un gesto nobile e rispettoso nei confronti di chi dopo tanto sforzo ha ottenuto il premio meritato, permettendogli cosi di poter godere senza attesa dei vantaggi che la borsa di studio comporta. Promessa mantenuta da Michele Emiliano, governatore della Puglia, che conoscendo i ritardi del governo aveva dato la sua parola, affinché anche i meno abbienti avessero la possibilità di sostenere gli studi senza troppi problemi.

Essendosi contraddistinti per aver tenuto fede alla propria promessa e per l’onestà, i pugliesi hanno mostrato rispetto per chi sacrifica il suo tempo sui libri per garantirsi un futuro migliore e di questo ne siamo grati. È la prima volta che la Regione tramite la propria agenzia strumentale riesce a garantire la borsa a tutti gli studenti che sono risultati meritevoli e aventi diritto, ma del resto
lo studio è uno dei pochi strumenti con cui è possibile dimostrare quanto si vale e la Puglia ci crede fortemente.
E noi aggiungiamo: “E menomale”!

Di Ludovica Gentili

COMMENTS

WORDPRESS: 0
DISQUS: 0