Usiamo sempre meno i Social network

Usiamo sempre meno i Social network

Secondo un’analisi condotta su nove paesi, il tempo trascorso tramite gli smartphone sui social è in calo costante. Le piattaforme di condivisione pia

Premio Gaetano Marzotto: 35 startup vincenti con tutte idee innovative
Docenti italiani tra i meno rispettati al mondo
In arrivo le scuole dei balocchi

Secondo un’analisi condotta su nove paesi, il tempo trascorso tramite gli smartphone sui social è in calo costante. Le piattaforme di condivisione piacciono meno, mentre siamo più attirati dalle conversazioni e dai contenuti diretti.

Chiariamo subito una cosa: non stiamo smettendo di usare i cellulari e le app, ne siamo pur sempre ghiotti consumatori, ma semplicemente i gusti cambiano.

Questo è un po’ il senso di una ricerca condotta da SimilarWeb su nove paesi campione quali Stati Uniti, Sudafrica, Germania, Francia, Regno Unito, Brasile, Australia, India e Africa.
Alcuni sono mercati emergenti, altri da tempo consolidati, ma sfruttando i dati dei dispositivi Android (84% del mercato totale), risulta chiaro come le piattaforme di Social sharing ci attirino sempre meno, facendo calare ovunque sia il tempo trascorso su queste, calcolato in minuti, sia gli stessi downloads, che per alcune come Snapchat sono ancora in crescita, soprattutto in Brasile, mentre per altre come Instagram sono in lieve calo; ad esempio l’India ha diminuito del 10% i suoi downloads così come il minutaggio.

Non stanno in condizioni migliori Facebook e Twitter. Il primo perde terreno pure nel mercato di analisi più importante, ossia gli Stati Uniti, dove si è passati dai 48 minuti del 2015 ai 45 di questo primo semestre. Twitter invece deve far conto proprio con una disaffezione (23%) da parte degli utenti, e un interesse minore nei paesi in sviluppo.

Ma allora in una situazione del genere, chi se la ride? Principalmente le App di messaggistica, in quanto sia Whatsapp che Facebook Messenger non mostrano alcuna battuta d’arresto, se non addirittura una costante crescita.

Di Umberto Scifoni

COMMENTS

WORDPRESS: 0
DISQUS: 0