Tempo di lettura: 3 Minuti

GetFuture, a Pisa si va lontano

GetFuture, a Pisa si va lontano

Nuovi laboratori per la facoltà di ingegneria. Sono finalmente approdati a Pisa, nell’ambito del progetto GetFuture, due banchi prova di ultima genera

11 Settembre 2001: il crollo delle nostre certezze
“Luxury product tester” cercasi!
Sul sito cinese Taobao potete comprare davvero di tutto

Nuovi laboratori per la facoltà di ingegneria.

Sono finalmente approdati a Pisa, nell’ambito del progetto GetFuture, due banchi prova di ultima generazione, uno dedicato ai motori aeronautici, l’altro alle turbomacchine. Proprio così, adesso la facoltà di Ingegneria possiede il banco prova più potente d’Europa, che permette di testare finalmente un motore realizzato da Avio Aero che ha come obiettivo la riduzione del 20% di consumo di carburante nei motori aeronautici. Qualora fosse sfuggito: il più potente d’Europa!

La struttura è costata intorno ai 5 milioni di euro, e per realizzarla “sono stati riconvertiti i volumi di costruzioni obsolete del dopoguerra”, come ci dice il professor Marco Beghini dell’Università di Pisa, “naturalmente dopo le necessarie autorizzazioni dell’ente parco di San Rossore ottenute anche in considerazione del fatto che le ricerche che là svolgeremo sono finalizzate alla riduzione dell’impatto ambientale connesso a importanti attività umane”.

Il progetto GeTFuture è stato per noi anche uno stimolo per completare un’altra importante iniziativa: abbiamo infatti realizzato un altro banco che ha caratteristiche altrettanto elevate con il quale è possibile provare innovativi cuscinetti impiegati nelle future turbine per la produzione di energia”. E, come al solito, l’Università di Pisa si rivela essere uno dei centri più all’avanguardia in Europa. Buon per noi.

Di Giulio Rinaldi

COMMENTS

WORDPRESS: 0
DISQUS: 0