Tempo di lettura: 3 Minuti

Hamburger gratis da McDonald’s, l’annuncio esca della strage a Monaco

Hamburger gratis da McDonald’s, l’annuncio esca della strage a Monaco

Così su Facebook l’attentatore di origini iraniane avrebbe attirato le sue vittime nel luogo prescelto. È il più macabro utilizzo dei social compiuto

Parola d’ordine: distinguere
Regeni e Solesin due esempi di tenacia e volontà: il ricordo dell’Università di Firenze
Dalle tenebre alla luce: in Kenya oggi riapre l’università di Garissa

Così su Facebook l’attentatore di origini iraniane avrebbe attirato le sue vittime nel luogo prescelto. È il più macabro utilizzo dei social compiuto finora negli attentati.

Ali Sonboly, il giovane autore della strage in Baviera, aveva pensato a tutto in maniera psicopatica.
Adesso infatti è emerso questo particolare inquietante: per spingere più persone nel luogo del massacro, avrebbe violato il profilo Facebook di una terza persona e pubblicato il finto annuncio che offriva cibo gratis in un ristorante McDonald’s vicino al centro commerciale Olympia. 

Lo ha detto il procuratore capo della polizia di Monaco, Thomas Steinkraus, durante una conferenza stampa, un dettaglio che dimostra lo studio compiuto dietro la carneficina.

È invece il quotidiano britannico Mail online a spiegare che l’attentatore ha pubblicato il messaggio incriminato sul profilo Facebook di una certa Selina Akim. Il tabloid lo indica come un finto profilo e pubblica il testo del presunto messaggio: “Venite oggi alle 16:00 da Meggi (McDonald’s, ndr) all’OEZ (l’acronimo del centro commerciale Olympia di Monaco, ndr). Posso comprarvi qualcosa se volete, ma niente di troppo caro”.

Ciò che sta emergendo dall’ennesima tragedia di queste settimane, appare sempre più macabro, quasi la sceneggiatura di un film horror.

Di Umberto Scifoni

COMMENTS

WORDPRESS: 0
DISQUS: 0