Tempo di lettura: 1 Minuti

Attentato a Manchester: quanti giovani

Attentato a Manchester: quanti giovani

Tra i 22morti di Manchester anche bambini e ragazzi, per un attentato che ha colpito un luogo di divertimento. A Manchester siamo stati di nuovo tutt

Klunni The Clown, alla scoperta del cortometraggio di due ragazze ambiziose
Moda: un romano di 16 anni è il più giovane direttore creativo al mondo
Futo: il materassino da spiaggia che si gonfia in 20 secondi

Tra i 22morti di Manchester anche bambini e ragazzi, per un attentato che ha colpito un luogo di divertimento.

A Manchester siamo stati di nuovo tutti colpiti. Non solo perché si tratta dell’ennesimo attentato di matrice islamica, ma perché sono tanti giovani ad aver perso la vita o essere rimasti feriti.

Salman Abedi, questo il nome dell’attentatore, infatti ha colpito una fascia di età bassa, quei ragazzi inglesi e bambini con le famiglie che si erano recati in massa al concerto di Ariana Grande.
Il pubblico, composto in prevalenza da teenager, ha subito le ripercussioni dell’ennesimo gesto violento che l’Occidente è costretto a guardare. La vittima più giovane ha 8 anni, ma 12 sono sotto i 16 anni. Manchester si è svegliata in un incubo, e a pagare è tutta la città, che piange i suoi ragazzi.

Il capo della polizia, Hopkins, ha dichiarato: “Ha agito da solo. Riteniamo fosse in possesso di un ordigno improvvisato, che ha azionato causando questa atrocità”. Intanto però l’Europa tutta torna nella paura di un anno fa.

Di Umberto Scifoni

COMMENTS

WORDPRESS: 0
DISQUS: 0